Promozione Sconto 5€ sul primo acquisto! Codice Coupon: BENVENUTO01
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

PROST FS 1 - GR 200

9,80

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello

Spedizione prevista entro 5gg lavorativi dalla ricezione dell'ordine.

SKU Tisana S11
Spese di spedizione: GRATIS
Consegna prevista entro Lunedì 26/02


L’antica tradizione erboristica ci ha insegnato l’estrazione dei principi attivi dalle piante mediante infusione in acqua ed il loro impiego per un quotidiano gesto di benessere. Tisana che aiuto per la prostata.

EFFETTI Tisana per prostatiti.
INDICAZIONI
MODO D'USO Infuso 5%. Una tazza tre volte die. 15 min. prima di colazione e pranzo+H2O. 15 min. prima di cena.
INGREDIENTI Tisana a base di Potentilla anserina, Arctostaphylos uva-ursi, Myrtus communis e Arbutus unedo.



 

VUOI SAPERNE DI PIU'?

INGREDIENTI

  • Potentilla Anserina - Cinquefoglia: «Per la ricchezza in tannini, l'uso principale dell'argentina è come rimedio astringente, prezioso nelle forme diarroiche. Risultano indicazioni anche per la sua attività spasmolitica a livello del tratto gastro-intestinale ed uterino, che la rende utile contro i crampi addominali (disturbi del tratto gastro-enterico caratterizzati da spasmi) e le mestruazioni dolorose (dismenorrea).» Per la salute: «la potentilla anserina è indicata nel trattamento sintomatico dei processi infiammatori che interessano le mucose orofaringee; sempre sotto forma di risciacqui, contribuisce a lenire il mal di denti. Come droga tanninica, può essere utilizzata per lavaggi esterni in presenza di ferite, ed interni nei casi di leucorrea. La radice essiccata di argentina trova impiego come base per decotti ad azione stimolante, tonica e carminativa. Infuso (per uso interno nelle forme diarroiche): 3 grammi di droga per tazza (150 ml), da assumersi più volte al giorno. Decotto (per uso interno come antispasmodico): 2-3 grammi di droga per tazza (150 ml), da assumersi più volte al giorno. Decotto (per risciacqui, gargarismi, impacchi ed uso topico): 50 grammi di droga per litro d'acqua. Polvere / estratto secco: 3-6 grammi di droga al giorno divisa in tre assunzioni, secondo quanto consigliato dall'erborista o dall'etichetta del prodotto.»

  • Arctostaphylos Uva-Ursi - Uva Ursina: «Le tisane con Uva ursina può essere considerato un antisettico urinario assai attivo da utilizzare ogni qualvolta vi sia un'infiammazione o infezione a livello delle vie urinarie, in quanto è in grado di determinare un'azione antisettica, calmante lo stimolo continuo della minzione e il dolore. Può essere prescritta in caso di cistite acuta, cistite cronica a flora batterica banale, nell'uretrite, nella colobacillosi. Un'indicazione interessante, in ambito geriatrico, è l'ipertrofia prostatica con componente infiammatoria ed infettiva e le cistiti da catetere. Non sempre è infatti necessario intervenire con un trattamento antibiotico: la sola somministrazione di Uva ursina, associata ad una tisana a base di Camomilla, ad azione antispasmodica e antiflogistica, può rivelarsi risolutiva in caso di cistite da catetere. Se non si manifestano miglioramenti sintomatici marcati dopo una settimana di trattamento, allora si farà ricorso agli antibiotici. Nella scelta e nell'uso si deve tenere conto del rapporto arbutina/tannino: l'Uva ursina è preferibile al Corbezzolo (Arbutus unedo L.). La foglia di mirtillo rosso (Vaccinium vitis i.) contiene meno arbutina (da 5 al 7%) rispetto all'Uva ursina per cui occorrerà utilizzarne il 30% in più.» Per la salute: «Ai primi sintomi di bruciore tipico della cistite (o della prostatite), l'uva ursina in estratto (compresse) contrasta l'infezione della cistite, calma lo stimolo continuo a urinare e attenua il dolore tipico della cistite, che può essere anche molto forte nelle cistiti gravi. Per quanto riguarda la cistite, un trattamento da 10 giorni con uva ursina può combattere la crisi acuta e le recidive, che si manifestano frequentemente, magari legate a fattori ansiosi. Le capsule (anche 2-3 al giorno) vanno assunte con molta acqua, meglio se arricchita con succo di limone, che velocizza il drenaggio delle vie urinarie. Il decotto è forse la formulazione più attiva poiché l'arbutina presente nell'uva ursina si dissolve meglio nell'acqua in ebollizione, ma il sapore è piuttosto amaro. La preparazione si esegue mettendo circa 2 grammi di foglie secche in 150 ml di acqua fredda. Si porta ad ebollizione e si fa bollire per 15 minuti, poi si filtra e si beve tiepido, aggiungendo bicarbonato di sodio. Se ne devono consumare almeno 2 tazze al giorno. N.B: Consumando preparati a base di uva ursina le urine si coloreranno di verde scuro, ma non dobbiamo allarmarci, passerà non appena non utilizzeremo più tali preparati.» Interazioni: «Il suo effetto disinfettante è ridotto dagli acidificanti urinari. Insufficienza epatica ed ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.»

  • Myrtus Communis - Mirto: «Il mirto contiene tannino, olio essenziale formato principalmente da mirtolo e geraniolo, resine, acido citrico e acido malico, vitamina C. Le sue proprietà sono: astringente, balsamiche, antinfiammatorie ed antisettiche.» Per la salute: «Il Mirto è assunto anche sotto forma di decotto, preparato con le sue foglie ed addolcito con miele, risulta essere un valido rimedio contro le infiammazioni delle vie respiratorie, il catarro e le bronchiti. Usato come infuso invece, sempre utilizzando le sue foglie, è un ottimo astringente intestinale ed un antiemorragico. Sono le foglie del mirto e l'olio essenziale che da esse si ricava ad avere proprietà terapeutiche; infatti le sostanze contenute nelle foglie di mirto hanno la proprietà di portare benefici al sistema immunitario durante la stagione invernale aiutandolo appunto a difenderci dai malanni di stagione. Nella tradizione popolare si ritiene che le proprietà del mirto esplicano i loro benefici nei casi di cistite, nei problemi di digestione, nelle gengiviti e nelle emorroidi. Il liquore di mirto, prodotto tipico della Sardegna, preparato con la macerazione delle bacche in alcool, è ritenuto un buon liquore con proprietà digestive. La medicina popolare, inoltre, attribuisce al mirto proprietà curative nelle cistiti, nei disturbi genitourinari e ricorda l'uso come sedativo nervoso e stomachico. I frutti svolgono azione carminativa, astringente, aromatica, tonica.» Interazioni: «Il suo effetto disinfettante è ridotto dagli acidificanti urinari. Insufficienza epatica ed ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.»

  • Epilobio Parviflorum: «Reso celebre dal best-seller di una botanica austriaca, l'epilobio è principalmente utilizzato nel trattamento dei disturbi della prostata. Tuttavia, la sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, astringenti e calmanti aiutano a combattere diverse altre patologie, tra cui gastroenteriti, diarree, laringiti, irritazioni cutanee...L'epilobio è attualmente oggetto di numerose ricerche scientifiche.»

PROPRIETA'

  • DECONGESTIONANTE
  • ANTI FLOGISTICO
  • ANTI INFIAMMATORIO
  • LENITIVO
  • DIURETICO

INDICAZIONI

Toglie gonfiore ed infiammazione delle vie urinarie, favorisce la diuresi nelle 24h, favorisce il processo migliorativo della situazione.

AVVERTENZE

Secondo la Pharmacopea internazionale e popolare le erbe utilizzate per la sopra indicata tisana non presentano contro indicazioni. Ogni abuso riguardo il dosaggio della tisana può essere in sé una contro indicazione. Tenere lontano dai bambini. Non assumere in caso di gravidanza o allergia conclamata alle erbe del composto. Conservare in luogo asciutto e fresco, possibilmente chiudendo ermeticamente il sacchetto della confezione originale. In alternativa in vaso di vetro preferibilmente in luogo buio.

 


Riferimenti Bibliografici