Promozione Sconto 5€ sul primo acquisto! Codice Coupon: BENVENUTO01
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

IL NOSTRO NEGOZIO

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit - - Array
Filtri
ROSSETTI

ROSSETTI

€ 6,00

Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. EFFETTI Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. INDICAZIONI MODO D'USO Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. PROPRIETÀ INDICAZIONI Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. È sia un rossetto che un lucidalabbra e tiene più a lungo. Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

D BASE FRASSINO - DIMAG - GR 100

D BASE FRASSINO - DIMAG - GR 100

€ 4,50

L'antica tradizione erboristica ci ha insegnato l'estrazione dei principi attivi dalle piante mediante infusione in acqua ed il loro impiego per un quotidiano gesto di benessere. Tisana che aiuta a dimagrire e a combattere la cellulite. EFFETTI Dimagrante ed anticellulite. INDICAZIONI MODO D'USO Mettere in infusione 2 cucchiai di tisana in un pentolino con circa 100 ml d'acqua in ebollizione, lasciare in infusione per circa 5 minuti filtrare con un colino bere 2 tazze al giorno dolcificare a piacere. Non ingerire le erbe rimaste. INGREDIENTI Base di erbe al frassino. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Eucalipto: «Per uso interno la medicina popolare utilizzava le foglie con l'infuso per trattare catarro bronchiale, asma, raffreddore, influenza, cefalea, febbre, come disinfettante della vescica e intestino, sinusiti, reumatismi, per trattare e lenire le ustioni, come disinfettante e detergente per la pelle, nelle contusioni, stiramenti, strappi muscolari, nei geloni, la leucorrea, contro la malaria. In erboristeria e fitoterapia vengono utilizzate le foglie e i rametti da cui si estrae, per corrente di vapore, l'olio essenziale, che viene impiegato come antisettico e come anticatarrale, nel trattamento delle infezioni urinarie, dell'apparato respiratorio, l'influenza, ipertensione, arteriosclerosi, diabete. L'olio essenziale che si ricava da questa pianta è anche analgesico, antifebbre, antinevralgico, antireumatico, cicatrizzante, decongestionante, deodorante, depurativo, vermifugo, vulnerario balsamico, espettorante, fluidificante, ipoglicemico. Contiene tannini, flavonoidi, acidi polifenolici, e olio essenziale come cineolo, pinene, canfene, globulolo, eucazulene.» Per la salute: «Dalle foglie dell'eucalipto si ricava un olio essenziale dall'aroma fortemente aromatico impiegato in farmacia per le virtù balsamiche, fluidificanti, espettoranti, antisettiche. Si consiglia nelle affezioni asmatiche, nei catarri bronchiali, nelle pleuriti, nelle bronchiti, nella tosse e nella sinusite. Inoltre l'eucalipto svolge anche una buona attività sudorifera, febbrifuga e vermifuga ed è un discreto stimolatore del sistema nervoso. L'olio essenziale di Eucalipto è analgesico, anti febbre, antinevralgico, antireumatico, antisettico generale (in particolare delle vie respiratorie ed urinarie), antispasmodico, antivirale, balsamico, calmante della tosse, cicatrizzante, decongestionante, deodorante, depurativo, disinfettante dell'aria, diuretico, espettorante, fluidificante, ipoglicemico, parassiticida, profilattico, rubefacente, stimolante, vermifugo, vulnerario. Uso esterno: algie, artrite reumatoide, dolori articolari, insufficienza circolatoria, ferite, lesioni cutanee, cicatrizzazioni lente, herpes zooster, sciatalgia, dolori reumatici, catarro, sinusite, pidocchi, raffreddore, strappi, tosse, scottature, bruciature, vescichette.» Interazioni: «Può aumentare il metabolismo di numerosi farmaci. Attenzione in particolar modo ai trattamenti prolungati nel tempo.» Salvia: «La salvia contiene olio essenziale, ricco di alfa e beta thujone, alfa e beta pinene, acetato di linalile, cineolo, borneolo, acetato di bornile, canfora, acido ursolico, acido oleanolico, saponosidi, acido fumarico, acido clorogenico, caffeico, rosmarinico, glicerico, salvina, enzimi, perossidasi, ossidoreduttasi, vitamina B1 e C, resine e sostanze estrogene. Anche i flavonoidi sono presenti nella pianta così come i glucosidi del luteolo e dell'apigenolo. L'olio essenziale di salvia possiede un'alta percentuale di tujoni e chetoni ad azione neurotossica e va usato per via interna solo su prescrizione del medico.» Per la salute: «Della salvia sono particolarmente note le sue proprietà antinfiammatorie, balsamiche, digestive ed espettoranti. Essa inoltre è in grado di curare le sindromi mestruali dolorose e i disturbi della menopausa (in particolare quel fastidioso disturbo chiamato "caldane": per questo viene anche chiamata "estrogeno naturale"). Offre una buona risposta contro la ritenzione idrica, gli edemi, i reumatismi e le emicranie ed è anche indicata nelle gengiviti e gli ascessi. È un "deterrente" del diabete e accelera il processo di cicatrizzazione dopo una ferita. La salvia è uno stimolante dell'organismo, è di aiuto durante il ciclo mestruale e combatte gli stati di astenia e depressione. È particolarmente indicata in caso di esaurimento fisico o intellettuale, ma non solo: è molto benefica per il cervello e aiuta la memoria. Alcuni antichi medici cinesi la utilizzavano anche per curare l'insonnia. È anche un gastroprotettore poiché ha un'azione antispasmodica ed è utile nel diabete perché riduce la glicemia. Viene riconosciuta alla pianta anche un'azione estrogena che agisce efficacemente come anti sudore. Spesso viene anche utilizzata come rimedio per digerire e, se conservata opportunamente, "salva" i cibi dal deperimento.» Interazioni: «Sedativi e ipoglicemizzanti.» Issopo: «Le sommità fiorite dell'issopo contengono flavonoidi, tannini, sostanze amare (marrubina) e un gradevolissimo olio essenziale, responsabile della maggior parte delle sue proprietà balsamiche ed espettoranti per le vie respiratorie. In fitoterapia si utilizza per sedare la tosse e gli attacchi d'asma, perché fluidifica e aiuta a eliminare il catarro soprattutto dei bronchi e dei polmoni. Sempre grazie all'olio essenziale possiede proprietà digestive: stimola la secrezione dei succhi gastrici, favorisce i processi digestivi, elimina i gas intestinali. La presenza dei flavonoidi conferisce all'issopo un'azione diuretica e antisettica per le vie urinarie, in grado di aumentare la diuresi e mantenere libero da batteri il condotto urinario, utile nelle infezioni batteriche e infiammazioni, come la cistite.» Timo: «Ricca di proprietà in particolare antisettiche, antispasmodiche, depurative, espettoranti, balsamiche e digestive. È utile nei casi di tosse, catarri bronchiali, asma. Il timo ha anche proprietà stimolanti dell'apparato digestivo per cui è consigliato nei casi di astenia, stati di debolezza e affaticamento.» Per la salute: «L'infuso di timo è conosciuto per le sue caratteristiche benefiche per l'organismo e per i suoi favolosi aromi che sicuramente derivano dal fatto che la pianta officinale utilizzata per preparare l'infuso appartiene alla famiglia della menta, e risulta quindi un ottimo ingrediente per insaporire carne e verdure. Noto per le sue proprietà toccasana, questa pianta veniva utilizzata ancora ai tempi degli antichi egizi per preservare i morti tramite il processo di mummificazione. Il timo era ben conosciuto ancora ai tempi degli antichi greci, dove secondo gli scritti veniva impiegato come aggiunta alle vasche da bagno e come incenso nei loro templi. Il modo migliore per godere dei benefici del timo è però sicuramente quello di preparare un infuso, che come vedremo in seguito risulta essere un vero e proprio toccasana per il corpo e la sua intera struttura.» Piantaggine: «Antibatteriche, espettoranti, emostatiche, astringenti, oftalmiche, lenitive, lassative, emollienti, antinfiammatorie » Per la salute: « Nella medicina popolare si usava la parte aerea della pianta, contro tosse, bronchiti, infiammazioni intestinali, diarrea, allergie. Le foglie venivano consumate crude in insalata, oppure cotte come gli spinaci. Le foglie sono usate in erboristeria come lenitivo e antipruriginoso delle affezioni cutanee, per le infiammazioni della gola e delle vie respiratorie. In omeopatia viene utilizzato con la tintura madre nel trattamento alla disaffezione al fumo.» PROPRIETÀ ANTINFIAMMATORIA BALSAMICA ANTIDISPNOICO PETTORALE FLUIDIFICANTE ESPETTORANTE ANTISETTICA SI UTILIZZA PER SEDARE LA TOSSE E GLI ATTACCHI D'ASMA NONCHÈ STIMOLARE I POLMONI IN MANCANZA D'ARIA INDICAZIONI Aiuta in tutti i casi di difficoltà di respirazione, e tutti disturbi dell'apparato respiratorio come l'asma bronchiale, la bronchite asmatica, l'enfisema vale a dire dilatazione delle pareti degli alveoli polmonari che comporta un rigonfiamento dei polmoni per un maggior contenuto d'aria. AVVERTENZE Secondo la Pharmacopea internazionale e popolare le erbe utilizzate per la sopra indicata tisana non presentano contro indicazioni. Ogni abuso riguardo il dosaggio della tisana può essere in sé una contro indicazione. Tenere lontano dai bambini. Non assumere in caso di gravidanza o allergia conclamata alle erbe del composto. Conservare in luogo asciutto e fresco, possibilmente chiudendo ermeticamente il sacchetto della confezione originale. In alternativa in vaso di vetro preferibilmente in luogo buio.   Riferimenti Bibliografici

AMARO

AMARO "MARIA TREBEN" 500 ML

€ 31,50

AMARO DI MARIA TREBEN La ricetta fu trovata, dopo la sua morte, fra gli appunti del celebre medico svedese e rettore della facoltå di medicina, Dr. Samst. Il Dr. Samst era deceduto all'età di 104 anni in seguito ad un incidente mentre cavalcava. Anche i suoi genitori e i suoi non ni avevano raggiunto un'età patriarcale. Da giovane giunsi, gravemente ammalata, nei pressi di Lembach nel Muhlviertel. Dopo essere stata espulsa dalla mia patria nei Sudeti e sistemata in un campo profughi bavarese, mi ero ammalata di tifo addominale, di intossicazione di carne alla quale si aggiunse un epatite e un'occlusione intestinale. Rimasi in ospedale più di sel mesi. Allorchè mio marito fece venire in Austria me, il bambino e le nostre due madri, io ero ancora molto debole sulle gambe. Di notte ero colpita da dolori che trafiggevano il mio corpo come spade. In quei momenti non riuscivo a stare nè seduta nè in coricata e contemporaneamente mi assalivano accessi di vomito e di diarrea. Ero proprio ridotta a mal partito. Il medico diagnosticò postumi di tifo che spesso si manifestano per lunghi anni dopo la malattia. Un giorno una signora mi portò una bottiglietta contenente un liquido bruno scuro molto profumato. Aveva saputo della mia malattia e voleva aiutarmi. Queste Erbe Svedesi avevano liberato anche lei da un male gravissimo. Nella copia che portava con sè di un "Antico Manoscritto veniva spiegato in 16 punti come queste gocce avrebbero guarito ogni sorta di infermità. La ricetta, diceva, proveniva dalle opere postume di un celebre medico svedese il quale, come gli altri membri della famiglia, aveva raggiunto un'età straordinariamente avanzata. Secondo il punto 43, le gocce di Erbe Svedesi guarivano persino "ulcere pestose e bubboni anche se avevano ormai raggiunto la gola". In un primo momento riposi le gocce nella farmacia di casa. Non volevo proprio credere che queste, dall'aspetto cosi modesto, potessero restituirmi la salute visto che nemmeno il mio medico vi era riuscito. Ma presto mi ricredetti. Ero seduta davanti ad un cesto enorme di pere più che mature che dovevano essere sistemate senza indugio ed utilizzate, quando mi colpi un nuovo attacco. Poichè mi avevano assicurato che le gocce potevano essere prese sia per via interna che esterna sotto forma di impacchi, non esitai ad applicare sulla mia pancia del cotone bagnato con le gocce coprendolo con un foglio di plastica e, legatomelo addosso col reggicalze me ne tornai al mio lavoro. Una sensazione meravigliosa di calore pervase tutto il mio corpo e improvvisamente ebbi l'impressione come se qualcuno, con un unico gesto della mano, mi liberasse da ogni male. Vi assicuro che con quest'unico cataplasma portato per tutta la giornata sotto il reggicalze avevo allontanato tutti i disturbi degli ultimi mesi. La malattia era come volatilizzata; mal più ebbi neanche un solo attacco. Uso, Indicazioni e posologia Lamaro svedese risulta essere utilissimo per molti disturbi. Il fatto che il suo gusto sia deciso e amaro é forse la causa della sua scarsa diffusione, ecco quindi alcuni suggerimenti per utilizzarbo e per ovviare al suo sapore forte. É possibile berlo insieme al succo di frutta oppure con una tisana dolcificata con miele. L’ alcol presente nell'amaro é indispensabile alla sua corretta conservazione, se però abbiamo bisogno di un amaro privo di alcol (es. per bambini o diabetici) possiamo utilizzarlo come tisana: portare l'acqua ad ebollizione, spegnere e aggiungere un cucchiaio di amaro per ogni tazza, lasciamo in infusione qualche minuto cosi che lalcol evapori e beviamo. Le proprietà delle erbe rimangono intatte se non bolliamo direttamente l’ amaro. Vediamo ora come utilizzarlo praticamente nei disturbi più comuni. Uso inteno Secondo Maria Treben si può usare come prevenzione un cucchiaino da dessert di amaro svedese (anche diluito) mattino e sera. Contro qualsiasi disturbo descritto nell’ Antico Manoscritto prendere 3 cucchiaini al giorno diluiti. Contro le malattie maligne se ne prendono da due a tre cucchiaini al giorno nel modo seguente: si prende rispettivamente un cucchiaino diluito in 1/8 di litro di tisana d'erbe, distribuendolo fra 1/2 ora prima e 1/2 dopo ogni pasto. Uso esterno (Per contusioni, botte, distorsioni, strappi, scottature, disturbi della pelle, etc.) Potete utilizzare un cataplasma da tenere sulla parte interessata per almeno 2 ore (meglio ancora se 1 notte intera). A seconda della dimensione della zona malata si prende un pezzo piccolo o grande di cotone idrofilo impregnato di gocce svedesi e lo si applica sulla parte da trattare unta in precedenza con strutto di maiale o con crema di Calendula. Quindi si copre il tutto con un pezzo un po' più grande di plastica per evitare che si macchi la biancheria. Infine si fascia tutto con un panno o con una benda. A seconda del tipo di malattia, il cataplasma deve rimanere in situ da due a quattro ore. Se ben sopportato lo si può lasciare per un'intera notte. Se in soggetti dalla pelle delicata si dovessero, malgrado tutto, verificare delle irritazioni cutanee, si dovranno abbreviare i tempi di applicazione degli impacchi o rimandare l'applicazione per un certo periodo. Chi soffre di allergie, fasci il cotone soltanto col panno senza usare il pezzo di plastica. In nessun caso si deve dimenticare di ungere la pelle. Se già dovesse essere in atto uno sfogo pruriginoso, la si tratti eventualmente con crema di Calendula. Alcune applicazioni e utilizzi deII'amaro svedese Disturbi gastro-intestinali: - Pesantezza di stomaco: 1 cucchiaino di amaro in 1/2 bicchiere d'acqua o tisana. - Acidità di stomaco: come sopra ma in meno liquido possibile (1/4 di bicchiere) - Dolori e gonfiore addominale: preparare una tisana di finocchio e anice con l’ aggiunta di 1 cucchiaio e mezzo di amaro svedese, bere tiepida. Per aumentare l’ effetto applicare un cataplasma sulla parte dolente. - Intestino pigro: 3 cucchiai di amaro svedese in 3 dita di tisana o acqua. - Colite: 1 cucchiaio di amaro svedese in 3 dita d'acqua o tisana 3 volte al di. Affezioni delle vie respiratorie - Sintomi influenzali: al primi sintomi assumere 1 cucchiaio di amaro svedese, in poca acqua tiepida o tisana, 3 volte al di 2 ore prima del pasti. - Sinusiti e costipazione: applicare una garza imbevuta di amaro svedese sulla fronte. Inumidire con l'amaro svedese la nuca, la gola, le tempie e la zona polmonare. - Naso chiuso: 2 volte al giorno suffumigi con 1,5 1 d'acqua bollente con aggiunta di 4 cucchiai di amaro svedese. Inalare coperti con una salvietta per 10 minuti circa. - Gola irritata: riempire un bicchiere per 3/4 con acqua tiepida e aggiungere 2 cucchiai di amaro svedese. Eseguire gargarismi diverse volte al giorno. - Tosse: suffumigi con 1,5 1 d'acqua bollente con Vagglunta di 4 cucchiai di amaro svedese, 3 volte al di Assumere inoltre l'amaro al mattino e alla sera in tisana calda di salvia e timo. In caso di forte infiammazione applicare una garza imbevuta di amaro su petto e bronchi (per almeno 1 ora) ». [1] [1] Vedi riferimenti Bibliografici

AMARO

AMARO "MARIA TREBEN" 200 ML

€ 12,50

AMARO DI MARIA TREBEN La ricetta fu trovata, dopo la sua morte, fra gli appunti del celebre medico svedese e rettore della facoltå di medicina, Dr. Samst. Il Dr. Samst era deceduto all'età di 104 anni in seguito ad un incidente mentre cavalcava. Anche i suoi genitori e i suoi non ni avevano raggiunto un'età patriarcale. Da giovane giunsi, gravemente ammalata, nei pressi di Lembach nel Muhlviertel. Dopo essere stata espulsa dalla mia patria nei Sudeti e sistemata in un campo profughi bavarese, mi ero ammalata di tifo addominale, di intossicazione di carne alla quale si aggiunse un epatite e un'occlusione intestinale. Rimasi in ospedale più di sel mesi. Allorchè mio marito fece venire in Austria me, il bambino e le nostre due madri, io ero ancora molto debole sulle gambe. Di notte ero colpita da dolori che trafiggevano il mio corpo come spade. In quei momenti non riuscivo a stare nè seduta nè in coricata e contemporaneamente mi assalivano accessi di vomito e di diarrea. Ero proprio ridotta a mal partito. Il medico diagnosticò postumi di tifo che spesso si manifestano per lunghi anni dopo la malattia. Un giorno una signora mi portò una bottiglietta contenente un liquido bruno scuro molto profumato. Aveva saputo della mia malattia e voleva aiutarmi. Queste Erbe Svedesi avevano liberato anche lei da un male gravissimo. Nella copia che portava con sè di un "Antico Manoscritto veniva spiegato in 16 punti come queste gocce avrebbero guarito ogni sorta di infermità. La ricetta, diceva, proveniva dalle opere postume di un celebre medico svedese il quale, come gli altri membri della famiglia, aveva raggiunto un'età straordinariamente avanzata. Secondo il punto 43, le gocce di Erbe Svedesi guarivano persino "ulcere pestose e bubboni anche se avevano ormai raggiunto la gola". In un primo momento riposi le gocce nella farmacia di casa. Non volevo proprio credere che queste, dall'aspetto cosi modesto, potessero restituirmi la salute visto che nemmeno il mio medico vi era riuscito. Ma presto mi ricredetti. Ero seduta davanti ad un cesto enorme di pere più che mature che dovevano essere sistemate senza indugio ed utilizzate, quando mi colpi un nuovo attacco. Poichè mi avevano assicurato che le gocce potevano essere prese sia per via interna che esterna sotto forma di impacchi, non esitai ad applicare sulla mia pancia del cotone bagnato con le gocce coprendolo con un foglio di plastica e, legatomelo addosso col reggicalze me ne tornai al mio lavoro. Una sensazione meravigliosa di calore pervase tutto il mio corpo e improvvisamente ebbi l'impressione come se qualcuno, con un unico gesto della mano, mi liberasse da ogni male. Vi assicuro che con quest'unico cataplasma portato per tutta la giornata sotto il reggicalze avevo allontanato tutti i disturbi degli ultimi mesi. La malattia era come volatilizzata; mal più ebbi neanche un solo attacco. Uso, Indicazioni e posologia Lamaro svedese risulta essere utilissimo per molti disturbi. Il fatto che il suo gusto sia deciso e amaro é forse la causa della sua scarsa diffusione, ecco quindi alcuni suggerimenti per utilizzarbo e per ovviare al suo sapore forte. É possibile berlo insieme al succo di frutta oppure con una tisana dolcificata con miele. L’ alcol presente nell'amaro é indispensabile alla sua corretta conservazione, se però abbiamo bisogno di un amaro privo di alcol (es. per bambini o diabetici) possiamo utilizzarlo come tisana: portare l'acqua ad ebollizione, spegnere e aggiungere un cucchiaio di amaro per ogni tazza, lasciamo in infusione qualche minuto cosi che lalcol evapori e beviamo. Le proprietà delle erbe rimangono intatte se non bolliamo direttamente l’ amaro. Vediamo ora come utilizzarlo praticamente nei disturbi più comuni. Uso inteno Secondo Maria Treben si può usare come prevenzione un cucchiaino da dessert di amaro svedese (anche diluito) mattino e sera. Contro qualsiasi disturbo descritto nell’ Antico Manoscritto prendere 3 cucchiaini al giorno diluiti. Contro le malattie maligne se ne prendono da due a tre cucchiaini al giorno nel modo seguente: si prende rispettivamente un cucchiaino diluito in 1/8 di litro di tisana d'erbe, distribuendolo fra 1/2 ora prima e 1/2 dopo ogni pasto. Uso esterno (Per contusioni, botte, distorsioni, strappi, scottature, disturbi della pelle, etc.) Potete utilizzare un cataplasma da tenere sulla parte interessata per almeno 2 ore (meglio ancora se 1 notte intera). A seconda della dimensione della zona malata si prende un pezzo piccolo o grande di cotone idrofilo impregnato di gocce svedesi e lo si applica sulla parte da trattare unta in precedenza con strutto di maiale o con crema di Calendula. Quindi si copre il tutto con un pezzo un po' più grande di plastica per evitare che si macchi la biancheria. Infine si fascia tutto con un panno o con una benda. A seconda del tipo di malattia, il cataplasma deve rimanere in situ da due a quattro ore. Se ben sopportato lo si può lasciare per un'intera notte. Se in soggetti dalla pelle delicata si dovessero, malgrado tutto, verificare delle irritazioni cutanee, si dovranno abbreviare i tempi di applicazione degli impacchi o rimandare l'applicazione per un certo periodo. Chi soffre di allergie, fasci il cotone soltanto col panno senza usare il pezzo di plastica. In nessun caso si deve dimenticare di ungere la pelle. Se già dovesse essere in atto uno sfogo pruriginoso, la si tratti eventualmente con crema di Calendula. Alcune applicazioni e utilizzi deII'amaro svedese Disturbi gastro-intestinali: - Pesantezza di stomaco: 1 cucchiaino di amaro in 1/2 bicchiere d'acqua o tisana. - Acidità di stomaco: come sopra ma in meno liquido possibile (1/4 di bicchiere) - Dolori e gonfiore addominale: preparare una tisana di finocchio e anice con l’ aggiunta di 1 cucchiaio e mezzo di amaro svedese, bere tiepida. Per aumentare l’ effetto applicare un cataplasma sulla parte dolente. - Intestino pigro: 3 cucchiai di amaro svedese in 3 dita di tisana o acqua. - Colite: 1 cucchiaio di amaro svedese in 3 dita d'acqua o tisana 3 volte al di. Affezioni delle vie respiratorie - Sintomi influenzali: al primi sintomi assumere 1 cucchiaio di amaro svedese, in poca acqua tiepida o tisana, 3 volte al di 2 ore prima del pasti. - Sinusiti e costipazione: applicare una garza imbevuta di amaro svedese sulla fronte. Inumidire con l'amaro svedese la nuca, la gola, le tempie e la zona polmonare. - Naso chiuso: 2 volte al giorno suffumigi con 1,5 1 d'acqua bollente con aggiunta di 4 cucchiai di amaro svedese. Inalare coperti con una salvietta per 10 minuti circa. - Gola irritata: riempire un bicchiere per 3/4 con acqua tiepida e aggiungere 2 cucchiai di amaro svedese. Eseguire gargarismi diverse volte al giorno. - Tosse: suffumigi con 1,5 1 d'acqua bollente con Vagglunta di 4 cucchiai di amaro svedese, 3 volte al di Assumere inoltre l'amaro al mattino e alla sera in tisana calda di salvia e timo. In caso di forte infiammazione applicare una garza imbevuta di amaro su petto e bronchi (per almeno 1 ora) ». [1] [1] Vedi riferimenti Bibliografici

TONIC BENESSERE NUOVA FORM 12 FLC 10 ML

TONIC BENESSERE NUOVA FORM 12 FLC 10 ML

€ 16,00

Integratore alimentare in pratici flaconcini monodose. EFFETTI Utile per contrastare la stanchezza fisica e mentale. INDICAZIONI Integratore alimentare dall'effetto tonico-adattogeno, utile per contrastare la stanchezza fisica e mentale. MODO D'USO Assumere un flaconcino al giorno preferibilmente al mattino, come tale o diluito in acqua o succhi di frutta. INGREDIENTI Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus (Rupr. et Maxim.) Maxim) radice e.s. titolato al 0,4% in eleuterosidi, Papaya succo concentrato, Maca (Lepidium meyenii Walp) radice e.s., Rodiola (Rhodiola rosea L.) radice e.s. titolato al 3% in rosavine totali, Papaya (Carica papaya L.) fermentata succo del frutto, Aloe (Aloe vera (L.) Burm. f.) gel senza epidermide 200:1. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus (Rupr. et Maxim.) Maxim) radice e.s. titolato al 0,4% in eleuterosidi, Papaya succo concentrato, Maca (Lepidium meyenii Walp) radice e.s., Rodiola (Rhodiola rosea L.) radice e.s. titolato al 3% in rosavine totali, Papaya (Carica papaya L.) fermentata succo del frutto, Aloe (Aloe vera (L.) Burm. f.) gel senza epidermide 200:1. PROPRIETÀ Tonico-adattogeno. INDICAZIONI Integratore alimentare in flaconcini monodose, a base di estratti vegetali di Eleuterococco, Maca, noti per il loro effetto tonico-adattogeno, Papaya fermentata, Aloe e Rodiola per contrastare la stanchezza fisica e mentale. AVVERTENZE Gli integratori alimentari non sostituiscono una dieta varia e bilanciata. Riferimenti Bibliografici

FiSIocrem Cannabis 60ml

FiSIocrem Cannabis 60ml

€ 12,00

Indicato per donare benessere alla pelle. EFFETTI Dona una sensazione di benessere alla pelle attraverso un effetto lenitivo. INDICAZIONI Crema ad uso topico che, grazie al suo effetto confortante e lenitivo, dona una sensazione di benessere alla pelle. Dermatologicamente testato. MODO D'USO Applicare uno strato sottile di Fisiocrem Crema Cannabis sulla zona di interesse. Applicare 2 o 3 volte al giorno. INGREDIENTI Aqua, Helianthus annuus seed oil, pentylene glycol, Arnica montana ower extract, glyceryl stearate, PEG-100 stearate, menthol, caprylyl glycol, vanillyl butyl ether, cannabidiol, Cannabis sativa seed oil, carbomer, Hypericum perforatum ower extract, acrylates/C10-30 alkyl acrylate crosspolymer, sodium hydroxide, n-butyl alcohol, vanillyl alcohol, vanillin. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Aqua, Helianthus annuus seed oil, pentylene glycol, Arnica montana ower extract, glyceryl stearate, PEG-100 stearate, menthol, caprylyl glycol, vanillyl butyl ether, cannabidiol, Cannabis sativa seed oil, carbomer, Hypericum perforatum ower extract, acrylates/C10-30 alkyl acrylate crosspolymer, sodium hydroxide, n-butyl alcohol, vanillyl alcohol, vanillin. PROPRIETÀ Effetto confortante e lenitivo. INDICAZIONI Conservare a temperatura inferiore a 30 °C. Validità post-apertura: 12 mesi. AVVERTENZE Evitare il contatto con gli occhi. Lavare bene le mani dopo aver applicato il prodotto. In caso di contatto con gli occhi, lavare abbondantemente con acqua. Contiene mentolo, non usare in bambini al di sotto dei 3 anni di età. Non applicare su viso, ferite, mucose, pelle irritata o sensibile. In caso di comparsa di irritazione, interrompere immediatamente l’uso del prodotto. Uso esterno. Non ingerire. Riferimenti Bibliografici

VITA C 1000 RETARD

VITA C 1000 RETARD

€ 26,00

Integratore alimentare che supporta il sistema immunitario e le naturali difese dell’organismo. EFFETTI Un prodotto specifico per la promozione della piena funzionalità del sistema immunitario e protezione dell’organismo dallo stress ossidativo. INDICAZIONI Integratore alimentare. MODO D'USO Si consiglia l’assunzione di 1 compressa al giorno, preferibilmente al mattino. INGREDIENTI Vitamina C protetta (Acido L-Ascorbico, agente di rivestimento: etilcellulosa); agenti di carica: cellulosa, mono e digliceridi degli acidi grassi; Rosa canina (Rosa canina L.) frutto estratto secco, titolato al 70% in Vitamina C; agenti antiagglomeranti: biossido di silicio, sali di magnesio degli acidi grassi (vegetale). VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Vitamina C protetta (Acido L-Ascorbico, agente di rivestimento: etilcellulosa); agenti di carica: cellulosa, mono e digliceridi degli acidi grassi; Rosa canina (Rosa canina L.) frutto estratto secco, titolato al 70% in Vitamina C; agenti antiagglomeranti: biossido di silicio, sali di magnesio degli acidi grassi (vegetale). PROPRIETÀ Integratore alimentare sviluppato con formula Retard che garantisce 8 ore di crono-rilascio programmato per assorbimento graduale. Un prodotto specifico per la promozione della piena funzionalità del sistema immunitario e protezione dell’organismo dallo stress ossidativo. La vitamina C favorisce l’assorbimento del Ferro e la formazione del collagene per la piena funzionalità dei vasi sanguigni, oltre a sostenere il metabolismo energetico e svolge numeri e fondamentali ruoli biologici nell’organismo, tra cui la protezione dell’integrità delle vitamine liposolubili. INDICAZIONI Integratore alimentare. AVVERTENZE Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Riferimenti Bibliografici

PAPPA REALE LIOFILIZZATA

PAPPA REALE LIOFILIZZATA

€ 19,00

Il prodotto è utile specialmente nei cambi di stagione o in caso di specifica esigenza. EFFETTI Un eccellente tonico utile in diverse situazioni. INDICAZIONI Indicato nei cambi di stagione o in caso di specifica esigenza. MODO D'USO Si consiglia di assumere 1-2 capsule al giorno, preferibilmente al mattino, con acqua o altro liquido. INGREDIENTI Pappa reale purissima liofilizzata, titolata al 4% in 10-HDA*. Quantitativi per dose massima giornaliera consigliata (2 capsule): Pappa Reale purissima liofilizzata 333 mg, pari a Pappa Reale fresca 1000 mg (acido 10-idrossidecenoico = 13.3 mg). *acido 10-idrossidecenoico. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Pappa reale purissima liofilizzata, titolata al 4% in 10-HDA*. Quantitativi per dose massima giornaliera consigliata (2 capsule): Pappa Reale purissima liofilizzata 333 mg, pari a Pappa Reale fresca 1000 mg (acido 10-idrossidecenoico = 13.3 mg). *acido 10-idrossidecenoico. PROPRIETÀ La Pappa Reale vanta un alto contenuto di elementi indispensabili per la vita: per questo è considerata un eccellente tonico utile in diverse situazioni: per i più giovani nelle fasi della crescita, per le persone anziane o, in generale, per tutti in caso di stanchezza. È un prodotto estremamente pregiato all’interno dell’alveare: si tratta di una secrezione ghiandolare prodotta dalle api più giovani e che viene utilizzata come nutrimento per la larva destinata a diventare ape regina. INDICAZIONI Indicato nei cambi di stagione. AVVERTENZE Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Riferimenti Bibliografici

COLLAGENE ARTIDOL

COLLAGENE ARTIDOL

€ 31,00

Indicato per la formazione del collagene, la funzionalità delle cartilagini e delle articolazioni. Alleato della funzionalità articolare e utile per contrastare gli stati di tensione localizzati. EFFETTI Alleato della funzionalità articolare e utile per contrastare gli stati di tensione localizzati. INDICAZIONI Indicato per la formazione del collagene, la funzionalità delle cartilagini e delle articolazioni. MODO D'USO Assumere 2 bustine al giorno, da sciogliere in un bicchiere d’acqua, preferibilmente lontano dai pasti. INGREDIENTI FORTIGEL® - Peptidi bioattivi da collagene idrolizzato; Glucosamina vegetale, MSM (metil-sulfonil-metano), CASPEROME® - Boswellia serrata (Boswellia serrata Roxb.ex Colebr.) Fosfolipide gommoresina e.s., al 25% in acidi triterpenici totali e al 10% in acidi beta-boswellici; Mirra (Commiphora myrrha (Nees) Engl.) gommoresina e.s., Bromelina 2500 GDU/g da Ananas (Ananas comosus (L.) Merr.) stipite, Condroitin solfato, Rosa canina (Rosa canina L.) frutto e.s., al 70% in Vitamina C. Quantitativi per dose massima giornaliera consigliata (2 bustine): FORTIGEL® (Peptidi bioattivi da Collagene idrolizzato) 5 g, Glucosamina cloridrato vegetale 600 mg, MSM 500 mg, CASPEROME® (Boswellia serrata Fosfolipide) 250 mg (acidi triterpenici totali min. 62.5 mg, acidi ß-boswellici totali min. 25 mg), Mirra gommoresina estratto secco 200 mg, Bromelina da Ananas 200 mg (attività enzimatica 500 GDU), Condroitin solfato 200 mg, Rosa canina frutto estratto secco 171.5 mg (Vitamina C 120 mg (150% NRV*)). VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI FORTIGEL® - Peptidi bioattivi da collagene idrolizzato; Glucosamina vegetale, MSM (metil-sulfonil-metano), CASPEROME® - Boswellia serrata (Boswellia serrata Roxb.ex Colebr.) Fosfolipide gommoresina e.s., al 25% in acidi triterpenici totali e al 10% in acidi beta-boswellici; Mirra (Commiphora myrrha (Nees) Engl.) gommoresina e.s., Bromelina 2500 GDU/g da Ananas (Ananas comosus (L.) Merr.) stipite, Condroitin solfato, Rosa canina (Rosa canina L.) frutto e.s., al 70% in Vitamina C. Quantitativi per dose massima giornaliera consigliata (2 bustine): FORTIGEL® (Peptidi bioattivi da Collagene idrolizzato) 5 g, Glucosamina cloridrato vegetale 600 mg, MSM 500 mg, CASPEROME® (Boswellia serrata Fosfolipide) 250 mg (acidi triterpenici totali min. 62.5 mg, acidi ß-boswellici totali min. 25 mg), Mirra gommoresina estratto secco 200 mg, Bromelina da Ananas 200 mg (attività enzimatica 500 GDU), Condroitin solfato 200 mg, Rosa canina frutto estratto secco 171.5 mg (Vitamina C 120 mg (150% NRV*)). PROPRIETÀ Collagen Artidol è un integratore alimentare a base di FORTIGEL® (Peptidi bioattivi da Collagene idrolizzato) e un mix di ingredienti utili per la formazione del collagene, la funzionalità delle cartilagini e delle articolazioni. È Arricchito con CASPEROME® (Boswellia serrata Fosfolipide), alleato della funzionalità articolare e utile per contrastare gli stati di tensione localizzati. Senza coloranti e conservanti Comodo formato in bustine: facile da assumere Si scioglie velocemente in acqua Aroma arancia INDICAZIONI Indicato per la formazione del collagene, la funzionalità delle cartilagini e delle articolazioni. AVVERTENZE Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Riferimenti Bibliografici

ARTIDOL CAPSULE

ARTIDOL CAPSULE

€ 17,00

Il prodotto è un sostegno utile per favorire la normale formazione del tessuto connettivo, in particolare, delle cartilagini. EFFETTI Azione mirata sulla funzionalità articolare. INDICAZIONI Indicato per favorire la normale formazione del tessuto connettivo, in particolare, delle cartilagini. MODO D'USO Si consiglia di assumere 1 capsula, tre volte al giorno. INGREDIENTI Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens (Burch.) DC. / Harpagophytum zeyheri Decne.) radice estratto secco, titolato all’1% in arpagoside; Boswellia (Boswellia serrata Roxb. ex Colebr.) gommoresina estratto secco, titolato al 65% in acidi boswellici; Spirea ulmaria (Filipendula ulmaria (L.) Maxim.) sommità estratto secco, titolato allo 0.2% in acido salicilico; Uncaria (Uncaria tomentosa(Willd. ex Schult.) DC.) corteccia estratto secco, titolato al 3% in alcaloidi ossindolici totali; Curcuminoidi al 95% da Curcuma (Curcuma longa L.) rizoma; Ribes nero (Ribes nigrum L.) foglie estratto secco, Rosa canina (Rosa canina L.) frutto estratto secco, titolato al 70% in Vitamina C; agente antiagglomerante: sali di magnesio degli acidi grassi (vegetale); Salice bianco (Salix alba L.) corteccia estratto secco, titolato al 30% in salicina; Manganese gluconato, Pepe nero (Piper nigrum L.) frutto estratto secco, titolato al 95% in piperina. Involucro: capsula di origine vegetale acido-resistente (idrossipropilmetilcellulosa, agente di resistenza: gomma di gellano). VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens (Burch.) DC. / Harpagophytum zeyheri Decne.) radice estratto secco, titolato all’1% in arpagoside; Boswellia (Boswellia serrata Roxb. ex Colebr.) gommoresina estratto secco, titolato al 65% in acidi boswellici; Spirea ulmaria (Filipendula ulmaria (L.) Maxim.) sommità estratto secco, titolato allo 0.2% in acido salicilico; Uncaria (Uncaria tomentosa(Willd. ex Schult.) DC.) corteccia estratto secco, titolato al 3% in alcaloidi ossindolici totali; Curcuminoidi al 95% da Curcuma (Curcuma longa L.) rizoma; Ribes nero (Ribes nigrum L.) foglie estratto secco, Rosa canina (Rosa canina L.) frutto estratto secco, titolato al 70% in Vitamina C; agente antiagglomerante: sali di magnesio degli acidi grassi (vegetale); Salice bianco (Salix alba L.) corteccia estratto secco, titolato al 30% in salicina; Manganese gluconato, Pepe nero (Piper nigrum L.) frutto estratto secco, titolato al 95% in piperina. Involucro: capsula di origine vegetale acido-resistente (idrossipropilmetilcellulosa, agente di resistenza: gomma di gellano). PROPRIETÀ Integratore alimentare caratterizzato da uno straordinario mix piante officinali selezionate, vitamine e minerali specifici per un’azione mirata sulla funzionalità articolare. Gli estratti di Artiglio del diavolo, Boswellia, Curcuma, Salice bianco, Uncaria, Ribes nero e Spirea sono utili per la loro azione mirata sulla funzionalità articolare; la Boswellia e il Salice bianco contrastano, inoltre, stati di tensione localizzati; Curcuma e Pepe nero svolgono una fisiologica azione antiossidante; Manganese e Vitamina C, da Rosa canina, risultano utili per favorire la normale formazione del tessuto connettivo, in particolare, delle cartilagini. INDICAZIONI Indicato per la funzionalità articolare. AVVERTENZE Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Riferimenti Bibliografici

CREMA VISO 50ML

CREMA VISO 50ML

€ 34,00

Un concentrato di ossigeno attivo e di nutrienti anti-age (come vitamine, antiossidanti e polifenoli). EFFETTI Crema viso anti età rivitalizzante all'ozono. INDICAZIONI Rivitalizza e rigenera i tessuti. MODO D'USO Agisce sia come crema giorno che come crema notte, su ogni parte del viso. INGREDIENTI Aqua, Ozonized olive oil, Potassium palmitoyl hydrolyzed wheat protein, Glyceryl stearate, Cetearyl alcohol, Allantoin, Ascorbyl palmitate, Butyrospermum parkii butter, Citric acid, Dimethicone, Disodium edta, Glycine soja, Hamamelis virginiana leaf extract, Helianthus annuus seed oil, Lecithin, Oryza sativa bran oil, Phenoxyethanol, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Sodium dehydroacetate, Tocopherol, Urea. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Aqua, Ozonized olive oil, Potassium palmitoyl hydrolyzed wheat protein, Glyceryl stearate, Cetearyl alcohol, Allantoin, Ascorbyl palmitate, Butyrospermum parkii butter, Citric acid, Dimethicone, Disodium edta, Glycine soja, Hamamelis virginiana leaf extract, Helianthus annuus seed oil, Lecithin, Oryza sativa bran oil, Phenoxyethanol, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Sodium dehydroacetate, Tocopherol, Urea. PROPRIETÀ Riattiva considerevolmente il microcircolo della pelle e aumenta la presenza di ossigeno nell’epidermide. Idrata la pelle in profondità, rendendola più elastica e tonica sin dalle prime applicazioni. Rivitalizza anche le pelli più stanche e opache, riducendo i segni del tempo. INDICAZIONI Agisce sia come crema da giorno che come crema da notte. AVVERTENZE Visti i dati farmaco-tossicologici dei singoli componenti, l'Università degli Studi di Pavia considera la crema viso OZOCREAM sicura nell’uso, senza particolari precauzioni o limitazioni. I risultati raggiungibili con OZOCREAM variano da persona a persona. Riferimenti Bibliografici

AERIS 30 COMPRESSE

AERIS 30 COMPRESSE

€ 9,00

Integratore alimentare a base di estratti vegetali, creato per aiutare la digestione e favorire la rimozione di gas in eccesso presente nel tratto gastrointestinale, che può provocare dolore e tensione addominale. EFFETTI Utile nel mitigare fenomeni di disturbi gastrici quali flatulenza, gas intestinali e stipsi. INDICAZIONI Integratore alimentare a base di Finocchio, Melissa, Anice e Coriandolo, piante utili per l'eliminazione dei gas. MODO D'USO Assumere 2 o 3 capsule al giorno, dopo i pasti principali. INGREDIENTI Carbone vegetale, finocchio semi estratto secco titolato allo 0,25 % in olio essenziale, melissa foglie sommità estratto secco titolato al 4% in acido rosmarinico; manganese gluconato, finocchio frutto, anice pimpinella frutto, limone scorza, coriandolo frutto. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Carbone vegetale, finocchio semi estratto secco titolato allo 0,25 % in olio essenziale, melissa foglie sommità estratto secco titolato al 4% in acido rosmarinico; manganese gluconato, finocchio frutto, anice pimpinella frutto, limone scorza, coriandolo frutto. PROPRIETÀ Utile in caso di disturbi gastrici quali flatulenza, gas intestinali e stipsi. INDICAZIONI Integratore alimentare a base di Finocchio, Melissa, Anice e Coriandolo, piante utili per l'eliminazione dei gas. AVVERTENZE Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Riferimenti Bibliografici

PSORIASI  UNGUENTO TEPEZCOHUITE 50 ML (N)

PSORIASI UNGUENTO TEPEZCOHUITE 50 ML (N)

€ 15,00

Consigliato a chi presenta ustioni, bruciature, psoriasi, acne, micosi, eczemi e dermatiti atopiche. EFFETTI Ottimo rimedio per la ricostruzione dell'epidermide danneggiata. INDICAZIONI L'unguento non ha nessuna controindicazione. MODO D'USO Applicare 2-3 volte al giorno. INGREDIENTI Mimosa tenuiflora VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Mimosa tenuiflora era conosciuta col nome di Tepezcohuite, che significa "Albero della Pelle", e veniva considerata parte del patrimonio nazionale messicano. In Europa le sue proprietà curative sono state scoperte solo da circa 25 anni, quando alcuni studi scientifici hanno convalidato le proprietà attribuite dall'uso tradizionale delle antiche popolazioni messicane. Proprietà: La droga, ossia la parte di pianta contenente i principi attivi, dotati di spiccate proprietà rigeneratrici del tessuto epidermico, è costituita dalla corteccia dei giovani rami, ricca di flavonoidi, saponine, oligoelementi e soprattutto tannini, la cui sinergia potenzia notevolmente le proprietà dei singoli componenti, con capacità che vanno ben oltre quelle dimostrate da ogni singolo principio attivo nella rigenerazione della pelle danneggiata. PROPRIETÀ Antibatterico Antinfiammatorio INDICAZIONI Applicare 2-3 volte al giorno. AVVERTENZE La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e recidivante. Nella sua patogenesi intervengono fattori autoimmunitari, genetici e ambientali. Riferimenti Bibliografici

PESTO ALLA SICILIANA

PESTO ALLA SICILIANA

€ 3,00

Dall'unione della ricotta con peperoni e melanzane attentamente selezionate, nasce questa nuova crema dal sapore morbido e delicato. EFFETTI INDICAZIONI Lontano da fonti dirette di luce e calore. Dopo aperto conservare coperto di olio in frigorifero e consumare entro 7 giorni. MODO D'USO Ideale per condire la Pasta o per la preparazione di sfiziosi crostini. INGREDIENTI Peperoni rossi e gialli (31%), olio di semi di girasole, melanzane (12%), doppio concentrato di pomodoro, Ricotta di mucca (siero di latte, latte, sale)(5%), proteine del latte, cipolla, zucchero, sale, aglio, prezzemolo, correttore di acidità: E270 VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Peperoni rossi e gialli (31%), olio di semi di girasole, melanzane (12%), doppio concentrato di pomodoro, Ricotta di mucca (siero di latte, latte, sale)(5%), proteine del latte, cipolla, zucchero, sale, aglio, prezzemolo, correttore di acidità: E270 PROPRIETÀ Sapore morbido e delicato. INDICAZIONI I peperoni rossi e gialli e le melanzane vengono precedentemente raccolti, puliti e messi sotto sale. Al momento della preparazione della ricetta il tutto viene amalgamato con la Ricotta, l'Olio ed altri pochi Ingredienti caratterizzanti, ponendo una particolare attenzione soprattutto al bilanciamento tra i diversi sapori dei vegetali al fine di garantire un gusto delicato. AVVERTENZE Lontano da fonti dirette di luce e calore. Dopo aperto conservare coperto di olio in frigorifero e consumare entro 7 giorni. Riferimenti Bibliografici

OMEGA SELECT 3-6-7-9(45 perle)

OMEGA SELECT 3-6-7-9(45 perle)

€ 13,00

Integratore alimentare fonte naturale di acidi grassi insaturi della serie Omega 6, Omega 7 e Omega 9 da fonti vegetali e di acidi grassi Omega 3 da olio di pesce per il benessere dell’organismo. EFFETTI Utile per favorire l’integrità e la funzionalità della pelle. INDICAZIONI Integratore alimentare utile per favorire la fisiologica funzionalità dell'apparato cardiovascolare e per contribuire a mantenere il fisiologico metabolismo dei trigliceridi. Omega 3,6,7,9 è arricchito con Olio di Enotera utile per favorire l’integrità e la funzionalità della pelle. MODO D'USO Si consiglia di assumere da 2 a 3 perle al giorno, dopo i pasti, con abbondante acqua o altro liquido. INGREDIENTI Olio di Lino semi, Olio di Oliva frutti, olio di Macadamia semi, olio di Cartamo semi, olio di Enotera semi, olio di Pesce, olio essenziale di Limone scorze. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Olio di Lino semi, Olio di Oliva frutti, olio di Macadamia semi, olio di Cartamo semi, olio di Enotera semi, olio di Pesce, olio essenziale di Limone scorze. PROPRIETÀ Integratore alimentare utile per favorire la fisiologica funzionalità dell'apparato cardiovascolare e per contribuire a mantenere il fisiologico metabolismo dei trigliceridi. Omega 3,6,7,9 è arricchito con Olio di Enotera utile per favorire l’integrità e la funzionalità della pelle. INDICAZIONI Ricostituente. AVVERTENZE Si consiglia di assumere da 2 a 3 perle al giorno, dopo i pasti, con abbondante acqua o altro liquido. Riferimenti Bibliografici

OMEGA SELECT 3-6-7-9(120perle)

OMEGA SELECT 3-6-7-9(120perle)

€ 25,00

Integratore alimentare fonte naturale di acidi grassi insaturi della serie Omega 6, Omega 7 e Omega 9 da fonti vegetali e di acidi grassi Omega 3 da olio di pesce per il benessere dell’organismo. EFFETTI Utile per favorire l’integrità e la funzionalità della pelle. INDICAZIONI Integratore alimentare utile per favorire la fisiologica funzionalità dell'apparato cardiovascolare e per contribuire a mantenere il fisiologico metabolismo dei trigliceridi. Omega 3,6,7,9 è arricchito con Olio di Enotera utile per favorire l’integrità e la funzionalità della pelle. MODO D'USO Si consiglia di assumere da 2 a 3 perle al giorno, dopo i pasti, con abbondante acqua o altro liquido. INGREDIENTI Olio di Lino semi, Olio di Oliva frutti, olio di Macadamia semi, olio di Cartamo semi, olio di Enotera semi, olio di Pesce, olio essenziale di Limone scorze. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Olio di Lino semi, Olio di Oliva frutti, olio di Macadamia semi, olio di Cartamo semi, olio di Enotera semi, olio di Pesce, olio essenziale di Limone scorze. PROPRIETÀ Integratore alimentare utile per favorire la fisiologica funzionalità dell'apparato cardiovascolare e per contribuire a mantenere il fisiologico metabolismo dei trigliceridi. Omega 3,6,7,9 è arricchito con Olio di Enotera utile per favorire l’integrità e la funzionalità della pelle. INDICAZIONI Ricostituente. AVVERTENZE Si consiglia di assumere da 2 a 3 perle al giorno, dopo i pasti, con abbondante acqua o altro liquido. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESS. TIMO BIANCO 10ML

OLIO ESS. TIMO BIANCO 10ML

€ 10,50

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Tonificante del sistema nervoso. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Timo VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Timo PROPRIETÀ Il timo (Thymus) è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Il suo nome scientifico deriva dal greco forza, coraggio, che risveglierebbe in coloro che ne odorano il profumo balsamico. AROMATERAPIA Tonificante del sistema nervoso: inalato, svolge un'azione stimolante e ricostituente. Risulta utile in caso di stanchezza fisica e mentale, mal di testa, astenia. Migliora la memoria e l’attività cerebrale, contrastando insonnia e depressione. Antibiotico: è uno dei rimedi più potenti contro le infezioni batteriche che colpiscono le vie urinarie, il sistema respiratorio e l'intestino come mal di gola, influenza provocate da batteri proteus mirabilis, enterococchi, stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, alcaiescens dispar, neisseria, corinebatteri, in presenza di candidosi, cistite enterocolite, leucorrea. Balsamico: aiuta a fluidificare ed espettorare il catarro da bronchi e polmoni, sfiamma le congestioni del cavo orale, della gola, delle mucose polmonari, e nasali. Per queste proprietà risulta essere uno dei rimedi elettivi contro tosse, bronchite, pertosse, otite, sinusite, raffreddore, e nelle malattie da raffreddamento. Antinfiammatorio, per uso esterno: può essere massaggiato in caso di dolori reumatici, artrite, contusioni, distorsioni e strappi muscolari. Impacchi o lavaggi: sono, poi, consigliati in presenza di acne, foruncoli, dermatiti e altri disturbi della pelle. Buona regola è usare qualche goccia di olio essenziale in un diffusore di essenze, o in un umidificatore predisposto per le essenze, oppure nella vaschetta di acqua posta sui caloriferi, nei periodi di epidemia. INDICAZIONI Tonificante del sistema nervoso. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

MIELE DI MELATA VASO 200GR

MIELE DI MELATA VASO 200GR

€ 6,00

È un ottimo alimento per cominciare la giornata con la giusta carica ed energia. EFFETTI Rimane liquido a lungo ed è il più digeribile. INDICAZIONI MODO D'USO È un ottimo alimento per cominciare la giornata con la giusta carica di energia: provatelo, per esempio, sul pane tostato. INGREDIENTI La melata è un miele che non deriva dal nettare dei fiori, ma da secrezioni zuccherine presenti sulle specie vegetali boschive. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Miele molto scuro, quasi nero, solitamente liquido. Utile per bronchi e faringiti, antisettico delle vie respiratorie. PROPRIETÀ Benefici del Miele: Un Superfood Naturale Proprietà del Miele per le Vie Respiratorie Il miele esercita un’azione calmante e decongestionante della tosse. Una cucchiaiata di miele sciolta in un liquido caldo ha una notevole efficacia non solo contro la tosse, ma anche contro stati febbrili ed affezioni delle vie respiratorie. Questo è grazie alla presenza di un antibiotico naturale del gruppo delle inibine che esercita azione batteriostatica e battericida. Benefici del Miele per l’Apparato Digerente Il miele esercita un’azione protettiva, stimolante e regolatrice sull’apparato digerente. Nel miele è presente un energico disinfettante, l’acido formico, che inibisce le fermentazioni anomale causa di infezioni febbrili ed epidermiche. Si è mostrato utile in tutte le malattie congestive, e in alcune malattie dello stomaco, tra le quali anche l’ulcera gastrica. Un cucchiaino da caffè allo stato naturale o in soluzione dopo i pasti migliora la digestione e il riassorbimento ed esercita un’azione protettiva e disintossicante nei confronti del fegato. Il Miele e l’Apparato Cardiocircolatorio Il miele esercita una azione cardiotropa, contribuisce cioè all’irrorazione del muscolo e dei vasi cardiaci, agisce sulle coronarie regolando sia l’ipertensione che l’ipotensione. La presenza predominante di glucosio e fruttosio, zuccheri indispensabili per la buona funzionalità delle fibre muscolari del cuore e del fegato, comporta notevoli vantaggi per gli ammalati di fegato e di cuore. Benefici del Miele per l’Apparato Urinario Il miele esercita una azione diuretica e depurativa, la sua somministrazione facilita l’eliminazione delle sostanze tossiche, ed è anche utile nella cura di cistiti ed altre infiammazioni ai reni. Il Miele e il Sistema Muscolare Il miele esercita un aumento della potenza fisica e della resistenza; infatti glucosio e fruttosio vengono facilmente trasformati nel fegato in glicogeno, il quale rappresenta la riserva energetica dell’organismo e quindi la fonte a cui attingono i muscoli nei momenti di lavoro. Benefici del Miele per il Sistema Osseo Il miele stimola l’azione fissatrice nelle ossa del calcio e del magnesio forniti dagli altri alimenti della nostra alimentazione. Il Miele come Cicatrizzante Il miele ha anche proprietà cicatrizzanti nei casi di piaghe, ferite e ustioni, grazie alla sua capacità di richiamare un maggiore flusso di sangue verso i tessuti lesionati e alla sua azione antibatterica dovuta alla presenza della inibina, antibiotico naturale. Il Miele come Cosmetico L’uso del miele, come cosmetico è dovuto a tre sue fondamentali caratteristiche: la ricchezza in vitamine ed ormoni, il suo potere emolliente, l’alta concentrazione degli zuccheri (idrosolubili) che, per osmosi richiamano un maggior flusso di sangue verso i tessuti cutanei, migliorandone così la nutrizione. I principali usi cosmetologici sono le creme par le mani, dove il miele agisce come emolliente ed idratante a cui si associa l’azione dei suoi microelementi; le maschere, dove il miele agisce come emolliente della pelle ed aumenta l’irrorazione dei tessuti cutanei. INDICAZIONI Il miele si ottiene dal nettare dei fiori. Il nettare è un liquido dolce e profumato che si raccoglie nel fondo del calice dei fiori (nettario); le sue caratteristiche sono in funzione della specie vegetale e del clima. Il nettare si forma dalle sostanze zuccherine delle piante che si sciolgono nell'acqua della linfa depositandosi nel nettario dei fiori dai quali verrà poi prelevato dalle api. I componenti principali del nettare sono i glucidi o zuccheri (con prevalenza di glucosio, fruttosio, saccarosio; le loro proporzioni variano a seconda della specie vegetale) e tracce di acidi organici, sali minerali, enzimi, pigmenti, sostanze aromatiche, vitamine, amminoacidi. Il nettare attira gli insetti destinati a provocare la fecondazione del fiore; perciò le bottinatrici svolgono la duplice funzione di raccogliere il nettare dei fiori e nel contempo di fecondarli trasportando il polline da un fiore all'altro. Volando successivamente su fiori della stessa varietà, preleva il nettare succhiandolo tramite la ligula (una specie di proboscide) dal fondo dei calici e lo immagazzina nell'organo di raccolta (borsa melaria) dove viene miscelata a sostanze secrete dalle ghiandole salivari (prevalentemente enzimi). Appena sazia, l'ape torna all'alveare e rigurgita il nettare in bocca alle giovani api di casa le quali continuano a manipolarlo (passandoselo dall'una all'altra) aggiungendo altri enzimi e immagazzinandolo infine nelle celle fatte di cera. Il processo di trasformazione del nettare in miele comincia nella borsa melaria dell'ape bottinatrice (cominciano ad agire gli enzimi secreti dalle ghiandole salivari), continua con il passaggio del nettare dall'una all'altra delle giovani api dall'alveare (maggiore è il numero delle api che partecipano alla sua elaborazione, più sono le secrezioni ghiandolari e quindi gli enzimi che vi penetrano) e si completa con la successiva maturazione nelle celle consistente nell'evaporazione che porta il contenuto di acqua intorno al 18%. Quando il nettare passa nell'esofago e da qui alla borsa melaria, gli enzimi e i fermenti salivari delle api agiscono scindendo il saccarosio che è uno zucchero composto in glucosio e fruttosio (che sono zuccheri semplici) ed il nettare diventa così miele. Oltre a questi zuccheri il miele contiene altre sostanze sia di origine vegetale provenienti dal nettare (vitamine, sali minerali, ecc.), sia di origine animale provenienti dalle api (enzimi, acidi, ecc.). Dalla descrizione del processo di preparazione risulta evidente che il miele, essendo un alimento predigerito dalle api, possiede caratteristiche dietetiche di grande rilevanza tali da giustificarne l'uso a tutte le età. Composizione media del miele: acqua 17,7%; fruttosio 40,5%; glucosio 34,02%; saccarosio 1,9%; destrine 1,51%; sostanze minerali 0,2%; altre sostanze 4,2% come granuli di polline, cera, proteine ed amminoacidi, sostanze coloranti, sostanze aromatiche, alcooli superiori, maltosio, enzimi, vitamina A, vitamina Bl, vitamina B2, vitamina B6, vitamina H (biotina) acido folico, acido nicotico (niacina), acido pantotenico, vitamina C, acetilcolina. Valore nutritivo: prima considerazione da fare sul miele è che esso è un alimento energetico perché il suo contenuto calorico è di 320 calorie ogni 100 gr, ed è costituito per il 75% da glucidi; tuttavia qui si deve rilevare una prima differenza consistente nel fatto che i glucidi contenuti in tutti gli altri alimenti (pane, pasta, farinacei in genere, zucchero, marmellate, ecc.) si presentano in forma complessa (disaccaridi e polisaccaridi) e richiedono perciò da parte dell'organismo un lavoro di digestione attraverso il quale si trasformano in zuccheri semplici (monosaccaridi) e possono finalmente essere assimilati. Digestione complessa ed obbligatoria anche per il saccarosio, il comune zucchero bianco, il quale per essere assimilata deve essere scissa nei suoi due componenti, essendo formata per una metà da glucosio e per l'altra metà da levulosio (detto anche fruttosio per la sua larga presenza nella frutta). Risulta perciò evidente che se un alimento contiene prevalentemente zuccheri semplici (monosaccaridi), questi vengono direttamente assimilati dall'organismo senza che sia necessario il processo digestivo; è questo il caso del miele il quale contiene prevalentemente zuccheri semplici (34,02% di glucosio e 40,5% di fruttosio) che vengono quindi direttamente assorbiti dall'organismo senza richiedere alcuna trasformazione. Di questa dobbiamo ringraziare solo le api, le quali trasformando il nettare in miele, non fanno altro che scindere gli zuccheri semplici che poi ritroviamo nel miele; si può dire che le api ci fanno il piacere di compiere un lavoro che altrimenti avrebbe dovuto essere svolto dal nostro apparato digerente. Perciò il miele rappresenta una fonte di energia che l'organismo può usare quasi istantaneamente e che quindi è particolarmente indicato nei casi in cui si ha bisogno di un apporto immediato di energia, ma anche nei casi di insufficienza digestiva o di necessità di una alimentazione leggera (anziani, bambini, ecc.). Ma il miele non è solo un alimento energetico proprio perché contiene un complesso di sostanze particolari (componenti minori) che lo differenziano da qualunque alimento energetico; infatti, oltre agli zuccheri, nel miele troviamo: - VITAMINE: indispensabili all'organismo per regolare le reazioni chimiche dei processi vitali; sono presenti soprattutto quelle del gruppo B, (che favoriscono la metabolizzazione degli stessi zuccheri presenti nel miele in quantità però limitata rispetto al fabbisogno giornaliero dell'organismo), ma anche acido folico, vitamina C, acido pantotenico; - SALI MINERALI: sono presenti tutti quelli necessari all'organismo; - SOSTANZE AD AZIONE ANTIBIOTICA: queste sostanze sono degli antibiotici naturali e consentono all'organismo di difendersi dai virus (dell'influenza, del raffreddore, ecc.); - AMMINOACIDI, PROTEINE, ORMONI; - ALTRI COMPONENTI: non sono stati ancora identificati, da essi però dipendono tutta una serie di altre proprietà curative del miele; tra queste vi è l'acetilcolina, che ha effetto dilatante sulle coronarie, aumenta l'energia delle contrazioni muscolari e induce ad un abbassamento della pressione sanguigna. Inoltre il miele è alimento igienicamente sicuro, capace di distruggere germi di pericolose malattie (ed è stato sperimentalmente dimostrato) grazie alla presenza di sostanze battericide. Esiste una profonda differenza fra miele e zucchero: ambedue sono dolcificanti, ma mentre il primo è un prodotto naturale ricco di elementi ad alto valore biologico, il secondo è un prodotto industriale estremamente raffinato. Lo zucchero bianco, chimicamente prodotto dalla barbabietola, durante il processo di estrazione e raffinazione viene privato degli elementi che posseggono valore biologico per cui nella sua composizione chimica vi è totale assenza di ogni altro principio nutritivo (protidi, lipidi, minerali, oligoelementi, vitamine, ecc.). Questo vale anche per lo zucchero scuro di canna commerciale che contiene ben poche sostanze in più rispetto al precedente (solo la melassa, cristallizzata e frantumata, che possiede ben altro aspetto e sapore, è il vero zucchero integrale). Il saccarosio, che è il componente chimico dello zucchero bianco, può favorire la produzione di un tipo particolare di grassi, i trigliceridi, considerati (insieme al colesterolo) tra i maggiori responsabili dell'arteriosclerosi. Lo zucchero non è un alimento sano, anzi non è neppure un alimento ma un vero prodotto chimico fortemente calorico, diabetogeno (facilita l'insorgere del diabete), acidificante (determina acidità dei liquidi dell'organismo e del sangue alterandone l'equilibrio con dannose conseguenze). Il miele invece, oltre a svolgere la stessa funzione dolcificante ed energetica dello zucchero, è un prodotto naturale, vivo, che conserva in pieno tutte le sostanze ad alto valore biologico e con ciò non solo mantiene, ma stimola gli equilibri funzionali nell'organismo. Il miele e i bambini: Il desiderio dei bambini di cose dolci, la loro golosità, indica l'estremo bisogno di sostanze energetiche da parte del loro organismo; questo è un bisogno naturale (purché non diventi smodata abitudine) se si pensa che il loro è un organismo giovane, in crescita, e per di più sottoposto ad una incessante attività di movimento (giocare, correre, etc.). È bene, però, tenere presente che l'uso di zucchero, caramelle, ecc.; è in stretto rapporto con l'insorgere della carie dentaria; che nella preparazione dei dolci l'uso di sostanze estremamente raffinate (quindi povere dei necessari principi nutritivi), di additivi, conservanti, emulsionanti, di complessi procedimenti di preparazione, li rendono spesso difficilmente digeribili e perfino dannosi. Il miele, invece, è un prodotto naturale dolce che, oltre a fornire un elevato numero di calorie, contiene sostanze preziose per la salute e l'armonico sviluppo del giovane organismo: è al miele, quindi, che deve essere data la priorità nell'alimentazione infantile. Grazie alla sua digeribilità lo si può somministrare al bambino fin dalle prime pappe e in sostituzione negli altri dolcificanti nell'allattamento artificiale dei lattanti; contiene tutti i minerali indispensabili alla crescita e migliora l'assimilazione del calcio e del magnesio, sostanze contenute nei normali alimenti, indispensabili per la formazione delle ossa e dei denti. Molti bambini e lattanti non digeriscono facilmente lo zucchero bianco (saccarosio), mentre utilizzano perfettamente gli zuccheri semplici del miele che non dovendo essere trasformati non richiedono alcun lavoro digestivo; sembra, anzi, sulla base di recenti studi, che il fruttosio del miele è digerito dall'organismo con maggiore facilità dello stesso zucchero del latte (lattosio), senza dar luogo a fermentazioni intestinali sia perché i componenti minori del miele svolgono un'azione protettiva, sia perché la pronta assimilazione degli zuccheri semplici non comporta la permanenza nell'intestino per la trasformazione digestiva. Il miele ha un potere leggermente lassativo: per combattere la stitichezza basta somministrare, a stomaco vuoto, una dose leggermente maggiore; grazie alla sua azione blanda sono evitati i pericoli di diarree e di disturbi simili. Altra caratteristica del miele è quella di esercitare un'azione protettiva dell'organismo: influenza, raffreddori, malattie bronchiali e malattie dell'intestino; inoltre mieli fortemente aromatici (es. di tiglio) esercitano un'azione calmante sui bambini nervosi facilitandone il riposo. Come ultima considerazione, il miele piace molto ai bambini: somministrato a cucchiaiate, o con burro a panna su una fetta di pane, o sciolto nel latte, o mescolato alla ricotta, è sempre particolarmente gradito; una colazione mattutina a base di miele nell'età scolare fornisce i carboidrati (zuccheri) indispensabili al cervello migliorando così il rendimento scolastico. Il miele e gli atleti: Ancora un ultimo parallelismo tra miele e zucchero in un campo, quello sportivo, in cui vigono ancora miti e simboli dei più arretrati. Lo zucchero calma subito la fame e dà un senso di sazietà che è, però, solamente transitorio poiché all'innalzamento immediato della glicemia (livello di glucosio nel sangue) fa seguito una scarica di insulina con l'effetto di favorire la trasformazione dello zucchero in grassi di deposito; si sviluppa, quindi, una iperglicemia che si manifesta con un senso di fame e di debolezza. Ed è paradossale che si introducano forti quantità di zucchero (caramelle, dolci raffinati, frutta sciroppata, tavolette e zollette) che portano ad uno stato fisiologico che invece vorremmo combattere. Tutti hanno esperienza che la fame di dolci, e quindi di zuccheri, ha la coda molta lunga; ora ne conosciamo il motivo. È ormai nota l'importanza del miele nell'alimentazione degli sportivi: fra gli alimenti energetici, il miele merita senz'altro il primo posto in quanto l'esperienza e le prove condotte lo indicano come un alimento ideale per la produzione di energia e per la eliminazione della stanchezza. È stata inoltre provata la presenza, fra i componenti minori, di una sostanza (detta glikutile) che faciliterebbe l'assorbimento degli zuccheri da parte delle cellule muscolari: viene così potenziato e prolungato nel tempo lo sforzo muscolare ed il lavoro del cuore. I vantaggi osservati introducendo il miele nella dieta degli sportivi sono i seguenti: - la somministrazione di miele da 1 ora a mezz'ora prima dello sforzo fisico accresce le capacità fisiche dell'atleta, mentre la somministrazione dopo lo sforzo accorcia i tempi in cui si manifestano i sintomi di stanchezza e, quindi, i tempi di ripresa sono più rapidi; - nelle gare prolungate (calcio, tennis, pallacanestro ecc.) la somministrazione di miele fa sentire meno la fatica del prolungato sforzo e consente, quindi, di sostenere meglio l'ultima parte della competizione; - la somministrazione di miele, nell'arco della giornata limita le perdite di peso dovute all'alto consumo di energie ed alla naturale sudorazione provocate dall'intensa attività sportiva; - al contrario, la somministrazione di miele al termine di un pasto riduce l'appetito dando un senso di sazietà che rende sopportabile una dieta dimagrante per l'atleta che desidera perdere peso e contemporaneamente fornisce l'energia necessaria a mantenere l'efficienza fisica. Sono queste delle indicazioni del tutto generali, poiché non tutti gli sforzi hanno le stesse caratteristiche di impegno, dispendio energetico e durata di fasi anaerobiche ed aerobiche che possono o no alternarsi; si vuole solo rimarcare l'importanza, anche nello sport, di alimentarsi in modo naturale ed equilibrato. Il miele e gli anziani: I prodotti delle api (miele, polline e pappa reale) sono particolarmente indicati per far fronte ad alcune delle particolari esigenze di un organismo senescente. Nelle persone anziane si riscontrano spesso mancanze di appetito, turbamenti del processo digestivo ed assimilativo e, più in generale, dei fenomeni di astenia (affaticamento in rapporto alla età); questi sono sintomi tipici di questa età, ai quali si può far fronte con somministrazione di prodotti indicati proprio perché alimenti altamente energetici e di assimilazione immediata che non affaticano l'apparato digerente ma, al contrario, ne stimolano la funzionalità. Oltre a ciò vi è l'aspetto dell'azione curativa sui diversi organi: stimolante del muscolo cardiaco, protettivo della ghiandola epatica, diuretica, decongestionante della mucosa gastrica ed intestinale, espettorante e calmante della tosse, ecc. Il miele durante la gravidanza e l'allattamento: durante la gravidanza e anche nell'allattamento, la donna deve nutrire se stessa ed anche il bambino, è chiaro perciò che i bisogni alimentari aumentano, sia dal punto di vista energetico che dei diversi principi nutritivi (carboidrati, proteine, vitamine, ecc.); qualunque tipo di carenza si riflette immediatamente a livello della salute del bambino. Il miele, grazie alle sue caratteristiche alimentari già indicate diventa perciò un ottimo integrante della dieta durante la gravidanza e l'allattamento. Inoltre rinforza le difese organiche della madre prevenendo malattie come l'influenza, raffreddori e bronchiti che sono estremamente pericolose durante la gravidanza. Il miele nella dieta ingrassante e dimagrante: anche se può sembrare una contraddizione, il miele interviene con una funzione precisa sia nella dieta ingrassante che in quella dimagrante. Nel caso della dieta ingrassante il miele viene in aggiunta agli altri alimenti, al termine e nell'intervallo dei pasti; dato che è un alimento fortemente energetico ma facilmente digeribile serve ad arricchire la dieta senza appesantirla. Nel caso della dieta dimagrante, il miele viene preso al termine del pasto, consentito dal regime o nell'intervallo fra l'uno e l'altro pasto; procura un senso di sazietà che rende sopportabile la dieta senza compromettere i risultati e nel contempo mantiene l'efficienza fisica. Proprietà fisiche: colore, viscosità, cristallizzazione. Esistono moltissime varietà di miele, che presentano caratteristiche chimico-fisiche più o meno diverse che dipendono dal tipo di fiore da cui proviene il nettare e dalle infinite possibilità di combinazione della flora nei vari ambienti e nelle varie annate. La varietà di colore dei diversi tipi di miele dipende dai fiori da cui proviene il nettare, dalla stagione e dal contenuto in ferro: il colore varia dal bianco trasparente al bruno scuro ed il colore più o meno scuro indica la ricchezza in ferro. Il miele è un fluido viscoso e la sua viscosità dipende dalla quantità di fruttosio: i mieli ricchi di fruttosio (acacia, trifoglio, ecc.) restano liquidi a lungo, mentre quelli ricchi di glucosio (tiglio, alta montagna, ecc.) cristallizzano in fretta. Infatti la cristallizzazione dei miele dipende dalle quantità di glucosio che, essendo meno solubile in acqua del fruttosio, con la stagione fredda si rapprende formando minutissimi cristalli cementati fra loro dalla parte liquida. A volte il miele è parzialmente cristallizzato, ciò non vuole dire che non è genuino, ma solo che la cristallizzazione non è ancora completa, o che la temperatura dell'ambiente è alquanto elevata. Il miele cristallizzato si conserva tale e per ridurlo allo stato fluido è necessario esporlo al calore del sole o riscaldarlo a bagnomaria. È però importante ricordare che oltre i 60° C si distruggono vitamine ed enzimi, ecc. AVVERTENZE Riferimenti Bibliografici

IMMUN ACTION CAPSULE

IMMUN ACTION CAPSULE

€ 13,00

Integratore alimentare ad esclusiva base vegetale caratterizzato dalla presenza di piante officinali selezionate. EFFETTI Sostiene le naturali difese dell' organismo. Favorisce la regolarità del processo di sudorazione, in caso di disturbi tipici invernali. Coadiuva la funzionalità articolare, anche in caso di disturbi tipici invernali. INDICAZIONI Integratore alimentare. MODO D'USO Si consiglia l'assunzione lontano dai pasti di: - 2 capsule al giorno con acqua, come supporto per l'organismo; - 3 capsule al giorno con acqua, nei periodi più freddi. INGREDIENTI Echinacea angustifolia polvere ed estratto secco, titolato allo 0.1% in echinacoside; Tabebuia estratto secco, titolato al 3% in naftochinoni; Uncaria polvere ed estratto secco, titolato al 3% in alcaloidi; Andrographis estratto secco, titolato al 10% in andrografolide; Pompelmo estratto secco, titolato al 50% in bio avonoidi; Papaya fermentata. Echinacea, Andrographis, Uncaria, Tabebuia e Papaya sostengono le naturali difese dell' organismo. Pompelmo e Papaya coadiuvano le naturali funzioni antiossidanti. Tabebuia che favorisce la regolarità del processo di sudorazione, in caso di disturbi tipici invernali. Uncaria, che coadiuva la funzionalità articolare, anche in caso di disturbi tipici invernali. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Integratore alimentare ad esclusiva base vegetale caratterizzato dalla presenza di piante officinali selezionate Echinacea angustifolia polvere ed estratto secco, titolato allo 0.1% in echinacoside; Tabebuia estratto secco, titolato al 3% in naftochinoni; Uncaria polvere ed estratto secco, titolato al 3% in alcaloidi; Andrographis estratto secco, titolato al 10% in andrografolide; Pompelmo estratto secco, titolato al 50% in bio avonoidi; Papaya fermentata. Echinacea, Andrographis, Uncaria, Tabebuia e Papaya sostengono le naturali difese dell' organismo. Pompelmo e Papaya coadiuvano le naturali funzioni antiossidanti. Tabebuia che favorisce la regolarità del processo di sudorazione, in caso di disturbi tipici invernali. Uncaria, che coadiuva la funzionalità articolare, anche in caso di disturbi tipici invernali. PROPRIETÀ Sostiene le naturali difese dell' organismo. Favorisce la regolarità del processo di sudorazione, in caso di disturbi tipici invernali. Coadiuva la funzionalità articolare, anche in caso di disturbi tipici invernali. INDICAZIONI Integratore alimentare. AVVERTENZE Si consiglia l'assunzione lontano dai pasti di: - 2 capsule al giorno con acqua, come supporto per l'organismo; - 3 capsule al giorno con acqua, nei periodi più freddi. Riferimenti Bibliografici

IL CIBO COME MEDICINA

IL CIBO COME MEDICINA

€ 7,00

ARGOMENTI TRATTATI - Premessa: «Quando Dio creò gli abitanti della Terra pensò anche al modo di alimentarli. Agli animali carnivori diede dei lunghi denti a forma di lama per poter tagliare (vedi i lunghi canini dello squalo e delle fiere), e l'articolazione mandibolare a forbice per meglio tranciare. Gli erbivori invece furono strutturati in modo tale che il loro muso tendesse verso terra per brucare meglio, mentre, all'uomo eretto, diede mani con agili dita per poter spigolare e raccogliere frutti dagli alberi. Gli regalò anche dei buoni denti a forma di mola ed un'articolazione mandibolare capace di muoversi in tre direzioni proprio per masticare agevolmente il cibo che gli aveva preparato. Poi, al sesto giorno della creazione Dio gli disse: "Ora ti do tutte le piante con i loro semi così avrai il tuo cibo". All'inizio l'uomo si nutriva secondo il suo istinto, e come gli animali, sapeva scegliere secondo i suoi bisogni, ciò che la natura stessa gli offriva: cereali, frutta, erbe, radici, legumi. Molto più tardi, con il progresso, l'uomo si trasferì in centri rurali ed urbani e non ebbe più bisogno di usare l'istinto per procurarsi il cibo perché poteva coltivarselo oppure accettare ciò che gli veniva proposto. Così a poco a poco, questa sua facoltà si offuscò. Poiché l'uomo è l'animale che meglio si adatta a qualsiasi sistema di vita, a qualsiasi tipo di cibo, anche fuori dal suo ambiente naturale, riuscì ad adattarsi anche alla vita caotica dei nostri giorni. Anche il suo cibo cambiò, non più quello semplice e SALUTARE, che si procurava un tempo, ma molto più vario, con gusti più forti, più sofisticato, più artefatto. Ma è in grado ora l'uomo di scegliere il cibo più adatto ai suoi bisogni? Per lo più non ci pensa nemmeno. Essendo oggi la vita molto frenetica, l'uomo ha poco tempo per riflettere su come nutrirsi, e fidandosi del fatto che altri hanno scelto per lui, accetta pigramente ciò che gli viene proposto dal sistema. Oggi, il cibo viene per lo più prodotto per dare piacere, che, per essere scelto, deve risultare sempre più gradevole al palato e sempre più piacevole agli occhi, ma pochi si chiedono come viene fatto. Perciò è bene ricordare che si può morire anche di piacere. ?Staccandosi dalla natura e dimenticando il suo istinto per orientarsi verso ben altre mete, l'uomo si è visto piovere addosso tutta una serie di disgrazie che prima non conosceva: gravi malattie, turbamenti psichici, disadattamento, alienazione?. Comunque, intelligente com'è, ora l'uomo ha capito che è giunto il momento di correre ai ripari. Ma è in confusione, perduto nel mondo del progresso, dei computer e della chimica. Vorrebbe ritrovare il suo istinto perduto, ma ciò gli riesce molto difficile, tanto è condizionato da quanto lo circonda. Perché non consigliarlo di cominciare da capo? Perché non operare una sorta di ritorno alla natura, un riavvicinamento alla vita semplice, ai cibi genuini? Questo può essere il primo passo perché possa ritrovare se stesso, il proprio equilibrio, la propria salute e con questa la gioia di vivere.» Riferimenti Bibliografici

MIELE DI LIMONE VASO 200GR

MIELE DI LIMONE VASO 200GR

€ 7,00

Ha un sapore dolce con una nota acida ed un finale fresco, leggermente frizzante. Ideale per dolcificare tè caldo o ghiacciato e tisane, ma il segreto è il suo utilizzo in cucina: piatti salati e dolci sono infatti degli ottimi e inaspettati partner per questo prodotto. EFFETTI Miele di Borragine vaso. INDICAZIONI MODO D'USO Il miele di limone tende a cristallizzare abbastanza rapidamente. In poco tempo rivela la sua vera consistenza: naturalmente morbida e cremosa grazie alla presenza di cristalli fini e tondi, piacevoli al palato e setosi al tatto. Il suo colore varia dall'oro pallido quando liquido al bianco, tendente all'avorio quando cristallizzato. Il suo sapore è dolce con una nota acida ed un finale fresco, leggermente frizzante. INGREDIENTI Limone. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Il miele di Limone viene raccolto in Sicilia durante la primavera. Ha un sapore dolce con una nota acida ed un finale fresco, leggermente frizzante. Ideale per dolcificare tè caldo o ghiacciato e tisane, ma il segreto è il suo utilizzo in cucina: piatti salati e dolci sono infatti degli ottimi e inaspettati partner per questo prodotto. In aggiunta a olio e limone per un raffinato pinzimonio o per condire insalate miste, nella marinatura del pesce crudo o ancora in accompagnamento a frittate dagli odori primaverili. Sorprendente l'intesa con la pasticceria: il miele di limone è l'ottimo ingrediente segreto di originali panne montate, pastiere delicate e saporite paste fritte. PROPRIETÀ Benefici del Miele: Un Superfood Naturale Proprietà del Miele per le Vie Respiratorie Il miele esercita un’azione calmante e decongestionante della tosse. Una cucchiaiata di miele sciolta in un liquido caldo ha una notevole efficacia non solo contro la tosse, ma anche contro stati febbrili ed affezioni delle vie respiratorie. Questo è grazie alla presenza di un antibiotico naturale del gruppo delle inibine che esercita azione batteriostatica e battericida. Benefici del Miele per l’Apparato Digerente Il miele esercita un’azione protettiva, stimolante e regolatrice sull’apparato digerente. Nel miele è presente un energico disinfettante, l’acido formico, che inibisce le fermentazioni anomale causa di infezioni febbrili ed epidermiche. Si è mostrato utile in tutte le malattie congestive, e in alcune malattie dello stomaco, tra le quali anche l’ulcera gastrica. Un cucchiaino da caffè allo stato naturale o in soluzione dopo i pasti migliora la digestione e il riassorbimento ed esercita un’azione protettiva e disintossicante nei confronti del fegato. Il Miele e l’Apparato Cardiocircolatorio Il miele esercita una azione cardiotropa, contribuisce cioè all’irrorazione del muscolo e dei vasi cardiaci, agisce sulle coronarie regolando sia l’ipertensione che l’ipotensione. La presenza predominante di glucosio e fruttosio, zuccheri indispensabili per la buona funzionalità delle fibre muscolari del cuore e del fegato, comporta notevoli vantaggi per gli ammalati di fegato e di cuore. Benefici del Miele per l’Apparato Urinario Il miele esercita una azione diuretica e depurativa, la sua somministrazione facilita l’eliminazione delle sostanze tossiche, ed è anche utile nella cura di cistiti ed altre infiammazioni ai reni. Il Miele e il Sistema Muscolare Il miele esercita un aumento della potenza fisica e della resistenza; infatti glucosio e fruttosio vengono facilmente trasformati nel fegato in glicogeno, il quale rappresenta la riserva energetica dell’organismo e quindi la fonte a cui attingono i muscoli nei momenti di lavoro. Benefici del Miele per il Sistema Osseo Il miele stimola l’azione fissatrice nelle ossa del calcio e del magnesio forniti dagli altri alimenti della nostra alimentazione. Il Miele come Cicatrizzante Il miele ha anche proprietà cicatrizzanti nei casi di piaghe, ferite e ustioni, grazie alla sua capacità di richiamare un maggiore flusso di sangue verso i tessuti lesionati e alla sua azione antibatterica dovuta alla presenza della inibina, antibiotico naturale. Il Miele come Cosmetico L’uso del miele, come cosmetico è dovuto a tre sue fondamentali caratteristiche: la ricchezza in vitamine ed ormoni, il suo potere emolliente, l’alta concentrazione degli zuccheri (idrosolubili) che, per osmosi richiamano un maggior flusso di sangue verso i tessuti cutanei, migliorandone così la nutrizione. I principali usi cosmetologici sono le creme par le mani, dove il miele agisce come emolliente ed idratante a cui si associa l’azione dei suoi microelementi; le maschere, dove il miele agisce come emolliente della pelle ed aumenta l’irrorazione dei tessuti cutanei. INDICAZIONI Il miele si ottiene dal nettare dei fiori. Il nettare è un liquido dolce e profumato che si raccoglie nel fondo del calice dei fiori (nettario); le sue caratteristiche sono in funzione della specie vegetale e del clima. Il nettare si forma dalle sostanze zuccherine delle piante che si sciolgono nell'acqua della linfa depositandosi nel nettario dei fiori dai quali verrà poi prelevato dalle api. I componenti principali del nettare sono i glucidi o zuccheri (con prevalenza di glucosio, fruttosio, saccarosio; le loro proporzioni variano a seconda della specie vegetale) e tracce di acidi organici, sali minerali, enzimi, pigmenti, sostanze aromatiche, vitamine, amminoacidi. Il nettare attira gli insetti destinati a provocare la fecondazione del fiore; perciò le bottinatrici svolgono la duplice funzione di raccogliere il nettare dei fiori e nel contempo di fecondarli trasportando il polline da un fiore all'altro. Volando successivamente su fiori della stessa varietà, preleva il nettare succhiandolo tramite la ligula (una specie di proboscide) dal fondo dei calici e lo immagazzina nell'organo di raccolta (borsa melaria) dove viene miscelata a sostanze secrete dalle ghiandole salivari (prevalentemente enzimi). Appena sazia, l'ape torna all'alveare e rigurgita il nettare in bocca alle giovani api di casa le quali continuano a manipolarlo (passandoselo dall'una all'altra) aggiungendo altri enzimi e immagazzinandolo infine nelle celle fatte di cera. Il processo di trasformazione del nettare in miele comincia nella borsa melaria dell'ape bottinatrice (cominciano ad agire gli enzimi secreti dalle ghiandole salivari), continua con il passaggio del nettare dall'una all'altra delle giovani api dall'alveare (maggiore è il numero delle api che partecipano alla sua elaborazione, più sono le secrezioni ghiandolari e quindi gli enzimi che vi penetrano) e si completa con la successiva maturazione nelle celle consistente nell'evaporazione che porta il contenuto di acqua intorno al 18%. Quando il nettare passa nell'esofago e da qui alla borsa melaria, gli enzimi e i fermenti salivari delle api agiscono scindendo il saccarosio che è uno zucchero composto in glucosio e fruttosio (che sono zuccheri semplici) ed il nettare diventa così miele. Oltre a questi zuccheri il miele contiene altre sostanze sia di origine vegetale provenienti dal nettare (vitamine, sali minerali, ecc.), sia di origine animale provenienti dalle api (enzimi, acidi, ecc.). Dalla descrizione del processo di preparazione risulta evidente che il miele, essendo un alimento predigerito dalle api, possiede caratteristiche dietetiche di grande rilevanza tali da giustificarne l'uso a tutte le età. Composizione media del miele: acqua 17,7%; fruttosio 40,5%; glucosio 34,02%; saccarosio 1,9%; destrine 1,51%; sostanze minerali 0,2%; altre sostanze 4,2% come granuli di polline, cera, proteine ed amminoacidi, sostanze coloranti, sostanze aromatiche, alcooli superiori, maltosio, enzimi, vitamina A, vitamina Bl, vitamina B2, vitamina B6, vitamina H (biotina) acido folico, acido nicotico (niacina), acido pantotenico, vitamina C, acetilcolina. Valore nutritivo: prima considerazione da fare sul miele è che esso è un alimento energetico perché il suo contenuto calorico è di 320 calorie ogni 100 gr, ed è costituito per il 75% da glucidi; tuttavia qui si deve rilevare una prima differenza consistente nel fatto che i glucidi contenuti in tutti gli altri alimenti (pane, pasta, farinacei in genere, zucchero, marmellate, ecc.) si presentano in forma complessa (disaccaridi e polisaccaridi) e richiedono perciò da parte dell'organismo un lavoro di digestione attraverso il quale si trasformano in zuccheri semplici (monosaccaridi) e possono finalmente essere assimilati. Digestione complessa ed obbligatoria anche per il saccarosio, il comune zucchero bianco, il quale per essere assimilata deve essere scissa nei suoi due componenti, essendo formata per una metà da glucosio e per l'altra metà da levulosio (detto anche fruttosio per la sua larga presenza nella frutta). Risulta perciò evidente che se un alimento contiene prevalentemente zuccheri semplici (monosaccaridi), questi vengono direttamente assimilati dall'organismo senza che sia necessario il processo digestivo; è questo il caso del miele il quale contiene prevalentemente zuccheri semplici (34,02% di glucosio e 40,5% di fruttosio) che vengono quindi direttamente assorbiti dall'organismo senza richiedere alcuna trasformazione. Di questa dobbiamo ringraziare solo le api, le quali trasformando il nettare in miele, non fanno altro che scindere gli zuccheri semplici che poi ritroviamo nel miele; si può dire che le api ci fanno il piacere di compiere un lavoro che altrimenti avrebbe dovuto essere svolto dal nostro apparato digerente. Perciò il miele rappresenta una fonte di energia che l'organismo può usare quasi istantaneamente e che quindi è particolarmente indicato nei casi in cui si ha bisogno di un apporto immediato di energia, ma anche nei casi di insufficienza digestiva o di necessità di una alimentazione leggera (anziani, bambini, ecc.). Ma il miele non è solo un alimento energetico proprio perché contiene un complesso di sostanze particolari (componenti minori) che lo differenziano da qualunque alimento energetico; infatti, oltre agli zuccheri, nel miele troviamo: - VITAMINE: indispensabili all'organismo per regolare le reazioni chimiche dei processi vitali; sono presenti soprattutto quelle del gruppo B, (che favoriscono la metabolizzazione degli stessi zuccheri presenti nel miele in quantità però limitata rispetto al fabbisogno giornaliero dell'organismo), ma anche acido folico, vitamina C, acido pantotenico; - SALI MINERALI: sono presenti tutti quelli necessari all'organismo; - SOSTANZE AD AZIONE ANTIBIOTICA: queste sostanze sono degli antibiotici naturali e consentono all'organismo di difendersi dai virus (dell'influenza, del raffreddore, ecc.); - AMMINOACIDI, PROTEINE, ORMONI; - ALTRI COMPONENTI: non sono stati ancora identificati, da essi però dipendono tutta una serie di altre proprietà curative del miele; tra queste vi è l'acetilcolina, che ha effetto dilatante sulle coronarie, aumenta l'energia delle contrazioni muscolari e induce ad un abbassamento della pressione sanguigna. Inoltre il miele è alimento igienicamente sicuro, capace di distruggere germi di pericolose malattie (ed è stato sperimentalmente dimostrato) grazie alla presenza di sostanze battericide. Esiste una profonda differenza fra miele e zucchero: ambedue sono dolcificanti, ma mentre il primo è un prodotto naturale ricco di elementi ad alto valore biologico, il secondo è un prodotto industriale estremamente raffinato. Lo zucchero bianco, chimicamente prodotto dalla barbabietola, durante il processo di estrazione e raffinazione viene privato degli elementi che posseggono valore biologico per cui nella sua composizione chimica vi è totale assenza di ogni altro principio nutritivo (protidi, lipidi, minerali, oligoelementi, vitamine, ecc.). Questo vale anche per lo zucchero scuro di canna commerciale che contiene ben poche sostanze in più rispetto al precedente (solo la melassa, cristallizzata e frantumata, che possiede ben altro aspetto e sapore, è il vero zucchero integrale). Il saccarosio, che è il componente chimico dello zucchero bianco, può favorire la produzione di un tipo particolare di grassi, i trigliceridi, considerati (insieme al colesterolo) tra i maggiori responsabili dell'arteriosclerosi. Lo zucchero non è un alimento sano, anzi non è neppure un alimento ma un vero prodotto chimico fortemente calorico, diabetogeno (facilita l'insorgere del diabete), acidificante (determina acidità dei liquidi dell'organismo e del sangue alterandone l'equilibrio con dannose conseguenze). Il miele invece, oltre a svolgere la stessa funzione dolcificante ed energetica dello zucchero, è un prodotto naturale, vivo, che conserva in pieno tutte le sostanze ad alto valore biologico e con ciò non solo mantiene, ma stimola gli equilibri funzionali nell'organismo. Il miele e i bambini: Il desiderio dei bambini di cose dolci, la loro golosità, indica l'estremo bisogno di sostanze energetiche da parte del loro organismo; questo è un bisogno naturale (purché non diventi smodata abitudine) se si pensa che il loro è un organismo giovane, in crescita, e per di più sottoposto ad una incessante attività di movimento (giocare, correre, etc.). È bene, però, tenere presente che l'uso di zucchero, caramelle, ecc.; è in stretto rapporto con l'insorgere della carie dentaria; che nella preparazione dei dolci l'uso di sostanze estremamente raffinate (quindi povere dei necessari principi nutritivi), di additivi, conservanti, emulsionanti, di complessi procedimenti di preparazione, li rendono spesso difficilmente digeribili e perfino dannosi. Il miele, invece, è un prodotto naturale dolce che, oltre a fornire un elevato numero di calorie, contiene sostanze preziose per la salute e l'armonico sviluppo del giovane organismo: è al miele, quindi, che deve essere data la priorità nell'alimentazione infantile. Grazie alla sua digeribilità lo si può somministrare al bambino fin dalle prime pappe e in sostituzione negli altri dolcificanti nell'allattamento artificiale dei lattanti; contiene tutti i minerali indispensabili alla crescita e migliora l'assimilazione del calcio e del magnesio, sostanze contenute nei normali alimenti, indispensabili per la formazione delle ossa e dei denti. Molti bambini e lattanti non digeriscono facilmente lo zucchero bianco (saccarosio), mentre utilizzano perfettamente gli zuccheri semplici del miele che non dovendo essere trasformati non richiedono alcun lavoro digestivo; sembra, anzi, sulla base di recenti studi, che il fruttosio del miele è digerito dall'organismo con maggiore facilità dello stesso zucchero del latte (lattosio), senza dar luogo a fermentazioni intestinali sia perché i componenti minori del miele svolgono un'azione protettiva, sia perché la pronta assimilazione degli zuccheri semplici non comporta la permanenza nell'intestino per la trasformazione digestiva. Il miele ha un potere leggermente lassativo: per combattere la stitichezza basta somministrare, a stomaco vuoto, una dose leggermente maggiore; grazie alla sua azione blanda sono evitati i pericoli di diarree e di disturbi simili. Altra caratteristica del miele è quella di esercitare un'azione protettiva dell'organismo: influenza, raffreddori, malattie bronchiali e malattie dell'intestino; inoltre mieli fortemente aromatici (es. di tiglio) esercitano un'azione calmante sui bambini nervosi facilitandone il riposo. Come ultima considerazione, il miele piace molto ai bambini: somministrato a cucchiaiate, o con burro a panna su una fetta di pane, o sciolto nel latte, o mescolato alla ricotta, è sempre particolarmente gradito; una colazione mattutina a base di miele nell'età scolare fornisce i carboidrati (zuccheri) indispensabili al cervello migliorando così il rendimento scolastico. Il miele e gli atleti: Ancora un ultimo parallelismo tra miele e zucchero in un campo, quello sportivo, in cui vigono ancora miti e simboli dei più arretrati. Lo zucchero calma subito la fame e dà un senso di sazietà che è, però, solamente transitorio poiché all'innalzamento immediato della glicemia (livello di glucosio nel sangue) fa seguito una scarica di insulina con l'effetto di favorire la trasformazione dello zucchero in grassi di deposito; si sviluppa, quindi, una iperglicemia che si manifesta con un senso di fame e di debolezza. Ed è paradossale che si introducano forti quantità di zucchero (caramelle, dolci raffinati, frutta sciroppata, tavolette e zollette) che portano ad uno stato fisiologico che invece vorremmo combattere. Tutti hanno esperienza che la fame di dolci, e quindi di zuccheri, ha la coda molta lunga; ora ne conosciamo il motivo. È ormai nota l'importanza del miele nell'alimentazione degli sportivi: fra gli alimenti energetici, il miele merita senz'altro il primo posto in quanto l'esperienza e le prove condotte lo indicano come un alimento ideale per la produzione di energia e per la eliminazione della stanchezza. È stata inoltre provata la presenza, fra i componenti minori, di una sostanza (detta glikutile) che faciliterebbe l'assorbimento degli zuccheri da parte delle cellule muscolari: viene così potenziato e prolungato nel tempo lo sforzo muscolare ed il lavoro del cuore. I vantaggi osservati introducendo il miele nella dieta degli sportivi sono i seguenti: - la somministrazione di miele da 1 ora a mezz'ora prima dello sforzo fisico accresce le capacità fisiche dell'atleta, mentre la somministrazione dopo lo sforzo accorcia i tempi in cui si manifestano i sintomi di stanchezza e, quindi, i tempi di ripresa sono più rapidi; - nelle gare prolungate (calcio, tennis, pallacanestro ecc.) la somministrazione di miele fa sentire meno la fatica del prolungato sforzo e consente, quindi, di sostenere meglio l'ultima parte della competizione; - la somministrazione di miele, nell'arco della giornata limita le perdite di peso dovute all'alto consumo di energie ed alla naturale sudorazione provocate dall'intensa attività sportiva; - al contrario, la somministrazione di miele al termine di un pasto riduce l'appetito dando un senso di sazietà che rende sopportabile una dieta dimagrante per l'atleta che desidera perdere peso e contemporaneamente fornisce l'energia necessaria a mantenere l'efficienza fisica. Sono queste delle indicazioni del tutto generali, poiché non tutti gli sforzi hanno le stesse caratteristiche di impegno, dispendio energetico e durata di fasi anaerobiche ed aerobiche che possono o no alternarsi; si vuole solo rimarcare l'importanza, anche nello sport, di alimentarsi in modo naturale ed equilibrato. Il miele e gli anziani: I prodotti delle api (miele, polline e pappa reale) sono particolarmente indicati per far fronte ad alcune delle particolari esigenze di un organismo senescente. Nelle persone anziane si riscontrano spesso mancanze di appetito, turbamenti del processo digestivo ed assimilativo e, più in generale, dei fenomeni di astenia (affaticamento in rapporto alla età); questi sono sintomi tipici di questa età, ai quali si può far fronte con somministrazione di prodotti indicati proprio perché alimenti altamente energetici e di assimilazione immediata che non affaticano l'apparato digerente ma, al contrario, ne stimolano la funzionalità. Oltre a ciò vi è l'aspetto dell'azione curativa sui diversi organi: stimolante del muscolo cardiaco, protettivo della ghiandola epatica, diuretica, decongestionante della mucosa gastrica ed intestinale, espettorante e calmante della tosse, ecc. Il miele durante la gravidanza e l'allattamento: durante la gravidanza e anche nell'allattamento, la donna deve nutrire se stessa ed anche il bambino, è chiaro perciò che i bisogni alimentari aumentano, sia dal punto di vista energetico che dei diversi principi nutritivi (carboidrati, proteine, vitamine, ecc.); qualunque tipo di carenza si riflette immediatamente a livello della salute del bambino. Il miele, grazie alle sue caratteristiche alimentari già indicate diventa perciò un ottimo integrante della dieta durante la gravidanza e l'allattamento. Inoltre rinforza le difese organiche della madre prevenendo malattie come l'influenza, raffreddori e bronchiti che sono estremamente pericolose durante la gravidanza. Il miele nella dieta ingrassante e dimagrante: anche se può sembrare una contraddizione, il miele interviene con una funzione precisa sia nella dieta ingrassante che in quella dimagrante. Nel caso della dieta ingrassante il miele viene in aggiunta agli altri alimenti, al termine e nell'intervallo dei pasti; dato che è un alimento fortemente energetico ma facilmente digeribile serve ad arricchire la dieta senza appesantirla. Nel caso della dieta dimagrante, il miele viene preso al termine del pasto, consentito dal regime o nell'intervallo fra l'uno e l'altro pasto; procura un senso di sazietà che rende sopportabile la dieta senza compromettere i risultati e nel contempo mantiene l'efficienza fisica. Proprietà fisiche: colore, viscosità, cristallizzazione. Esistono moltissime varietà di miele, che presentano caratteristiche chimico-fisiche più o meno diverse che dipendono dal tipo di fiore da cui proviene il nettare e dalle infinite possibilità di combinazione della flora nei vari ambienti e nelle varie annate. La varietà di colore dei diversi tipi di miele dipende dai fiori da cui proviene il nettare, dalla stagione e dal contenuto in ferro: il colore varia dal bianco trasparente al bruno scuro ed il colore più o meno scuro indica la ricchezza in ferro. Il miele è un fluido viscoso e la sua viscosità dipende dalla quantità di fruttosio: i mieli ricchi di fruttosio (acacia, trifoglio, ecc.) restano liquidi a lungo, mentre quelli ricchi di glucosio (tiglio, alta montagna, ecc.) cristallizzano in fretta. Infatti la cristallizzazione dei miele dipende dalle quantità di glucosio che, essendo meno solubile in acqua del fruttosio, con la stagione fredda si rapprende formando minutissimi cristalli cementati fra loro dalla parte liquida. A volte il miele è parzialmente cristallizzato, ciò non vuole dire che non è genuino, ma solo che la cristallizzazione non è ancora completa, o che la temperatura dell'ambiente è alquanto elevata. Il miele cristallizzato si conserva tale e per ridurlo allo stato fluido è necessario esporlo al calore del sole o riscaldarlo a bagnomaria. È però importante ricordare che oltre i 60° C si distruggono vitamine ed enzimi, ecc. AVVERTENZE Riferimenti Bibliografici

MIELE DI BORRAGINE VASO 200GR

MIELE DI BORRAGINE VASO 200GR

€ 5,40

Grazie alla sua anima delicata e leggermente aromatica, il miele di borragine viene discretamente utilizzato per la preparazione di molti piatti, in veste di ingrediente segreto. Lo si può utilizzare come correttore di acidità per i sughi mediterranei o in aggiunta ai classici della vinaigrette. Consigliabile anche l'assaggio di questo prodotto in tutta la sua unicità e quindi spalmato su una fetta di pane tostato, anche imburrato oppure in semplice accompagnamento a bevande fredde o tisane o per dolcificare il tè. EFFETTI Miele di Borragine vaso. INDICAZIONI MODO D'USO Raccolto tra i melari campani, il miele di borragine è uno dei mieli più delicati in Italia. Difficile da riconoscere, facile da assaporare: cremoso al palato se appena invasettato, cristallizzato se lasciato in attesa prima del primo assaggio. Di un colore unico e chiaro e dal gusto aromatico e floreale, non è un prodotto dal carattere persistente e si adatta molto bene a tutti quelli che sono gli impieghi dell'utilizzo del miele in cucina. INGREDIENTI Borragine. VUOI SAPERNE DI PIU'? PROPRIETÀ Benefici del Miele: Un Superfood Naturale Proprietà del Miele per le Vie Respiratorie Il miele esercita un’azione calmante e decongestionante della tosse. Una cucchiaiata di miele sciolta in un liquido caldo ha una notevole efficacia non solo contro la tosse, ma anche contro stati febbrili ed affezioni delle vie respiratorie. Questo è grazie alla presenza di un antibiotico naturale del gruppo delle inibine che esercita azione batteriostatica e battericida. Benefici del Miele per l’Apparato Digerente Il miele esercita un’azione protettiva, stimolante e regolatrice sull’apparato digerente. Nel miele è presente un energico disinfettante, l’acido formico, che inibisce le fermentazioni anomale causa di infezioni febbrili ed epidermiche. Si è mostrato utile in tutte le malattie congestive, e in alcune malattie dello stomaco, tra le quali anche l’ulcera gastrica. Un cucchiaino da caffè allo stato naturale o in soluzione dopo i pasti migliora la digestione e il riassorbimento ed esercita un’azione protettiva e disintossicante nei confronti del fegato. Il Miele e l’Apparato Cardiocircolatorio Il miele esercita una azione cardiotropa, contribuisce cioè all’irrorazione del muscolo e dei vasi cardiaci, agisce sulle coronarie regolando sia l’ipertensione che l’ipotensione. La presenza predominante di glucosio e fruttosio, zuccheri indispensabili per la buona funzionalità delle fibre muscolari del cuore e del fegato, comporta notevoli vantaggi per gli ammalati di fegato e di cuore. Benefici del Miele per l’Apparato Urinario Il miele esercita una azione diuretica e depurativa, la sua somministrazione facilita l’eliminazione delle sostanze tossiche, ed è anche utile nella cura di cistiti ed altre infiammazioni ai reni. Il Miele e il Sistema Muscolare Il miele esercita un aumento della potenza fisica e della resistenza; infatti glucosio e fruttosio vengono facilmente trasformati nel fegato in glicogeno, il quale rappresenta la riserva energetica dell’organismo e quindi la fonte a cui attingono i muscoli nei momenti di lavoro. Benefici del Miele per il Sistema Osseo Il miele stimola l’azione fissatrice nelle ossa del calcio e del magnesio forniti dagli altri alimenti della nostra alimentazione. Il Miele come Cicatrizzante Il miele ha anche proprietà cicatrizzanti nei casi di piaghe, ferite e ustioni, grazie alla sua capacità di richiamare un maggiore flusso di sangue verso i tessuti lesionati e alla sua azione antibatterica dovuta alla presenza della inibina, antibiotico naturale. Il Miele come Cosmetico L’uso del miele, come cosmetico è dovuto a tre sue fondamentali caratteristiche: la ricchezza in vitamine ed ormoni, il suo potere emolliente, l’alta concentrazione degli zuccheri (idrosolubili) che, per osmosi richiamano un maggior flusso di sangue verso i tessuti cutanei, migliorandone così la nutrizione. I principali usi cosmetologici sono le creme par le mani, dove il miele agisce come emolliente ed idratante a cui si associa l’azione dei suoi microelementi; le maschere, dove il miele agisce come emolliente della pelle ed aumenta l’irrorazione dei tessuti cutanei. INDICAZIONI Il miele si ottiene dal nettare dei fiori. Il nettare è un liquido dolce e profumato che si raccoglie nel fondo del calice dei fiori (nettario); le sue caratteristiche sono in funzione della specie vegetale e del clima. Il nettare si forma dalle sostanze zuccherine delle piante che si sciolgono nell'acqua della linfa depositandosi nel nettario dei fiori dai quali verrà poi prelevato dalle api. I componenti principali del nettare sono i glucidi o zuccheri (con prevalenza di glucosio, fruttosio, saccarosio; le loro proporzioni variano a seconda della specie vegetale) e tracce di acidi organici, sali minerali, enzimi, pigmenti, sostanze aromatiche, vitamine, amminoacidi. Il nettare attira gli insetti destinati a provocare la fecondazione del fiore; perciò le bottinatrici svolgono la duplice funzione di raccogliere il nettare dei fiori e nel contempo di fecondarli trasportando il polline da un fiore all'altro. Volando successivamente su fiori della stessa varietà, preleva il nettare succhiandolo tramite la ligula (una specie di proboscide) dal fondo dei calici e lo immagazzina nell'organo di raccolta (borsa melaria) dove viene miscelata a sostanze secrete dalle ghiandole salivari (prevalentemente enzimi). Appena sazia, l'ape torna all'alveare e rigurgita il nettare in bocca alle giovani api di casa le quali continuano a manipolarlo (passandoselo dall'una all'altra) aggiungendo altri enzimi e immagazzinandolo infine nelle celle fatte di cera. Il processo di trasformazione del nettare in miele comincia nella borsa melaria dell'ape bottinatrice (cominciano ad agire gli enzimi secreti dalle ghiandole salivari), continua con il passaggio del nettare dall'una all'altra delle giovani api dall'alveare (maggiore è il numero delle api che partecipano alla sua elaborazione, più sono le secrezioni ghiandolari e quindi gli enzimi che vi penetrano) e si completa con la successiva maturazione nelle celle consistente nell'evaporazione che porta il contenuto di acqua intorno al 18%. Quando il nettare passa nell'esofago e da qui alla borsa melaria, gli enzimi e i fermenti salivari delle api agiscono scindendo il saccarosio che è uno zucchero composto in glucosio e fruttosio (che sono zuccheri semplici) ed il nettare diventa così miele. Oltre a questi zuccheri il miele contiene altre sostanze sia di origine vegetale provenienti dal nettare (vitamine, sali minerali, ecc.), sia di origine animale provenienti dalle api (enzimi, acidi, ecc.). Dalla descrizione del processo di preparazione risulta evidente che il miele, essendo un alimento predigerito dalle api, possiede caratteristiche dietetiche di grande rilevanza tali da giustificarne l'uso a tutte le età. Composizione media del miele: acqua 17,7%; fruttosio 40,5%; glucosio 34,02%; saccarosio 1,9%; destrine 1,51%; sostanze minerali 0,2%; altre sostanze 4,2% come granuli di polline, cera, proteine ed amminoacidi, sostanze coloranti, sostanze aromatiche, alcooli superiori, maltosio, enzimi, vitamina A, vitamina Bl, vitamina B2, vitamina B6, vitamina H (biotina) acido folico, acido nicotico (niacina), acido pantotenico, vitamina C, acetilcolina. Valore nutritivo: prima considerazione da fare sul miele è che esso è un alimento energetico perché il suo contenuto calorico è di 320 calorie ogni 100 gr, ed è costituito per il 75% da glucidi; tuttavia qui si deve rilevare una prima differenza consistente nel fatto che i glucidi contenuti in tutti gli altri alimenti (pane, pasta, farinacei in genere, zucchero, marmellate, ecc.) si presentano in forma complessa (disaccaridi e polisaccaridi) e richiedono perciò da parte dell'organismo un lavoro di digestione attraverso il quale si trasformano in zuccheri semplici (monosaccaridi) e possono finalmente essere assimilati. Digestione complessa ed obbligatoria anche per il saccarosio, il comune zucchero bianco, il quale per essere assimilata deve essere scissa nei suoi due componenti, essendo formata per una metà da glucosio e per l'altra metà da levulosio (detto anche fruttosio per la sua larga presenza nella frutta). Risulta perciò evidente che se un alimento contiene prevalentemente zuccheri semplici (monosaccaridi), questi vengono direttamente assimilati dall'organismo senza che sia necessario il processo digestivo; è questo il caso del miele il quale contiene prevalentemente zuccheri semplici (34,02% di glucosio e 40,5% di fruttosio) che vengono quindi direttamente assorbiti dall'organismo senza richiedere alcuna trasformazione. Di questa dobbiamo ringraziare solo le api, le quali trasformando il nettare in miele, non fanno altro che scindere gli zuccheri semplici che poi ritroviamo nel miele; si può dire che le api ci fanno il piacere di compiere un lavoro che altrimenti avrebbe dovuto essere svolto dal nostro apparato digerente. Perciò il miele rappresenta una fonte di energia che l'organismo può usare quasi istantaneamente e che quindi è particolarmente indicato nei casi in cui si ha bisogno di un apporto immediato di energia, ma anche nei casi di insufficienza digestiva o di necessità di una alimentazione leggera (anziani, bambini, ecc.). Ma il miele non è solo un alimento energetico proprio perché contiene un complesso di sostanze particolari (componenti minori) che lo differenziano da qualunque alimento energetico; infatti, oltre agli zuccheri, nel miele troviamo: - VITAMINE: indispensabili all'organismo per regolare le reazioni chimiche dei processi vitali; sono presenti soprattutto quelle del gruppo B, (che favoriscono la metabolizzazione degli stessi zuccheri presenti nel miele in quantità però limitata rispetto al fabbisogno giornaliero dell'organismo), ma anche acido folico, vitamina C, acido pantotenico; - SALI MINERALI: sono presenti tutti quelli necessari all'organismo; - SOSTANZE AD AZIONE ANTIBIOTICA: queste sostanze sono degli antibiotici naturali e consentono all'organismo di difendersi dai virus (dell'influenza, del raffreddore, ecc.); - AMMINOACIDI, PROTEINE, ORMONI; - ALTRI COMPONENTI: non sono stati ancora identificati, da essi però dipendono tutta una serie di altre proprietà curative del miele; tra queste vi è l'acetilcolina, che ha effetto dilatante sulle coronarie, aumenta l'energia delle contrazioni muscolari e induce ad un abbassamento della pressione sanguigna. Inoltre il miele è alimento igienicamente sicuro, capace di distruggere germi di pericolose malattie (ed è stato sperimentalmente dimostrato) grazie alla presenza di sostanze battericide. Esiste una profonda differenza fra miele e zucchero: ambedue sono dolcificanti, ma mentre il primo è un prodotto naturale ricco di elementi ad alto valore biologico, il secondo è un prodotto industriale estremamente raffinato. Lo zucchero bianco, chimicamente prodotto dalla barbabietola, durante il processo di estrazione e raffinazione viene privato degli elementi che posseggono valore biologico per cui nella sua composizione chimica vi è totale assenza di ogni altro principio nutritivo (protidi, lipidi, minerali, oligoelementi, vitamine, ecc.). Questo vale anche per lo zucchero scuro di canna commerciale che contiene ben poche sostanze in più rispetto al precedente (solo la melassa, cristallizzata e frantumata, che possiede ben altro aspetto e sapore, è il vero zucchero integrale). Il saccarosio, che è il componente chimico dello zucchero bianco, può favorire la produzione di un tipo particolare di grassi, i trigliceridi, considerati (insieme al colesterolo) tra i maggiori responsabili dell'arteriosclerosi. Lo zucchero non è un alimento sano, anzi non è neppure un alimento ma un vero prodotto chimico fortemente calorico, diabetogeno (facilita l'insorgere del diabete), acidificante (determina acidità dei liquidi dell'organismo e del sangue alterandone l'equilibrio con dannose conseguenze). Il miele invece, oltre a svolgere la stessa funzione dolcificante ed energetica dello zucchero, è un prodotto naturale, vivo, che conserva in pieno tutte le sostanze ad alto valore biologico e con ciò non solo mantiene, ma stimola gli equilibri funzionali nell'organismo. Il miele e i bambini: Il desiderio dei bambini di cose dolci, la loro golosità, indica l'estremo bisogno di sostanze energetiche da parte del loro organismo; questo è un bisogno naturale (purché non diventi smodata abitudine) se si pensa che il loro è un organismo giovane, in crescita, e per di più sottoposto ad una incessante attività di movimento (giocare, correre, etc.). È bene, però, tenere presente che l'uso di zucchero, caramelle, ecc.; è in stretto rapporto con l'insorgere della carie dentaria; che nella preparazione dei dolci l'uso di sostanze estremamente raffinate (quindi povere dei necessari principi nutritivi), di additivi, conservanti, emulsionanti, di complessi procedimenti di preparazione, li rendono spesso difficilmente digeribili e perfino dannosi. Il miele, invece, è un prodotto naturale dolce che, oltre a fornire un elevato numero di calorie, contiene sostanze preziose per la salute e l'armonico sviluppo del giovane organismo: è al miele, quindi, che deve essere data la priorità nell'alimentazione infantile. Grazie alla sua digeribilità lo si può somministrare al bambino fin dalle prime pappe e in sostituzione negli altri dolcificanti nell'allattamento artificiale dei lattanti; contiene tutti i minerali indispensabili alla crescita e migliora l'assimilazione del calcio e del magnesio, sostanze contenute nei normali alimenti, indispensabili per la formazione delle ossa e dei denti. Molti bambini e lattanti non digeriscono facilmente lo zucchero bianco (saccarosio), mentre utilizzano perfettamente gli zuccheri semplici del miele che non dovendo essere trasformati non richiedono alcun lavoro digestivo; sembra, anzi, sulla base di recenti studi, che il fruttosio del miele è digerito dall'organismo con maggiore facilità dello stesso zucchero del latte (lattosio), senza dar luogo a fermentazioni intestinali sia perché i componenti minori del miele svolgono un'azione protettiva, sia perché la pronta assimilazione degli zuccheri semplici non comporta la permanenza nell'intestino per la trasformazione digestiva. Il miele ha un potere leggermente lassativo: per combattere la stitichezza basta somministrare, a stomaco vuoto, una dose leggermente maggiore; grazie alla sua azione blanda sono evitati i pericoli di diarree e di disturbi simili. Altra caratteristica del miele è quella di esercitare un'azione protettiva dell'organismo: influenza, raffreddori, malattie bronchiali e malattie dell'intestino; inoltre mieli fortemente aromatici (es. di tiglio) esercitano un'azione calmante sui bambini nervosi facilitandone il riposo. Come ultima considerazione, il miele piace molto ai bambini: somministrato a cucchiaiate, o con burro a panna su una fetta di pane, o sciolto nel latte, o mescolato alla ricotta, è sempre particolarmente gradito; una colazione mattutina a base di miele nell'età scolare fornisce i carboidrati (zuccheri) indispensabili al cervello migliorando così il rendimento scolastico. Il miele e gli atleti: Ancora un ultimo parallelismo tra miele e zucchero in un campo, quello sportivo, in cui vigono ancora miti e simboli dei più arretrati. Lo zucchero calma subito la fame e dà un senso di sazietà che è, però, solamente transitorio poiché all'innalzamento immediato della glicemia (livello di glucosio nel sangue) fa seguito una scarica di insulina con l'effetto di favorire la trasformazione dello zucchero in grassi di deposito; si sviluppa, quindi, una iperglicemia che si manifesta con un senso di fame e di debolezza. Ed è paradossale che si introducano forti quantità di zucchero (caramelle, dolci raffinati, frutta sciroppata, tavolette e zollette) che portano ad uno stato fisiologico che invece vorremmo combattere. Tutti hanno esperienza che la fame di dolci, e quindi di zuccheri, ha la coda molta lunga; ora ne conosciamo il motivo. È ormai nota l'importanza del miele nell'alimentazione degli sportivi: fra gli alimenti energetici, il miele merita senz'altro il primo posto in quanto l'esperienza e le prove condotte lo indicano come un alimento ideale per la produzione di energia e per la eliminazione della stanchezza. È stata inoltre provata la presenza, fra i componenti minori, di una sostanza (detta glikutile) che faciliterebbe l'assorbimento degli zuccheri da parte delle cellule muscolari: viene così potenziato e prolungato nel tempo lo sforzo muscolare ed il lavoro del cuore. I vantaggi osservati introducendo il miele nella dieta degli sportivi sono i seguenti: - la somministrazione di miele da 1 ora a mezz'ora prima dello sforzo fisico accresce le capacità fisiche dell'atleta, mentre la somministrazione dopo lo sforzo accorcia i tempi in cui si manifestano i sintomi di stanchezza e, quindi, i tempi di ripresa sono più rapidi; - nelle gare prolungate (calcio, tennis, pallacanestro ecc.) la somministrazione di miele fa sentire meno la fatica del prolungato sforzo e consente, quindi, di sostenere meglio l'ultima parte della competizione; - la somministrazione di miele, nell'arco della giornata limita le perdite di peso dovute all'alto consumo di energie ed alla naturale sudorazione provocate dall'intensa attività sportiva; - al contrario, la somministrazione di miele al termine di un pasto riduce l'appetito dando un senso di sazietà che rende sopportabile una dieta dimagrante per l'atleta che desidera perdere peso e contemporaneamente fornisce l'energia necessaria a mantenere l'efficienza fisica. Sono queste delle indicazioni del tutto generali, poiché non tutti gli sforzi hanno le stesse caratteristiche di impegno, dispendio energetico e durata di fasi anaerobiche ed aerobiche che possono o no alternarsi; si vuole solo rimarcare l'importanza, anche nello sport, di alimentarsi in modo naturale ed equilibrato. Il miele e gli anziani: I prodotti delle api (miele, polline e pappa reale) sono particolarmente indicati per far fronte ad alcune delle particolari esigenze di un organismo senescente. Nelle persone anziane si riscontrano spesso mancanze di appetito, turbamenti del processo digestivo ed assimilativo e, più in generale, dei fenomeni di astenia (affaticamento in rapporto alla età); questi sono sintomi tipici di questa età, ai quali si può far fronte con somministrazione di prodotti indicati proprio perché alimenti altamente energetici e di assimilazione immediata che non affaticano l'apparato digerente ma, al contrario, ne stimolano la funzionalità. Oltre a ciò vi è l'aspetto dell'azione curativa sui diversi organi: stimolante del muscolo cardiaco, protettivo della ghiandola epatica, diuretica, decongestionante della mucosa gastrica ed intestinale, espettorante e calmante della tosse, ecc. Il miele durante la gravidanza e l'allattamento: durante la gravidanza e anche nell'allattamento, la donna deve nutrire se stessa ed anche il bambino, è chiaro perciò che i bisogni alimentari aumentano, sia dal punto di vista energetico che dei diversi principi nutritivi (carboidrati, proteine, vitamine, ecc.); qualunque tipo di carenza si riflette immediatamente a livello della salute del bambino. Il miele, grazie alle sue caratteristiche alimentari già indicate diventa perciò un ottimo integrante della dieta durante la gravidanza e l'allattamento. Inoltre rinforza le difese organiche della madre prevenendo malattie come l'influenza, raffreddori e bronchiti che sono estremamente pericolose durante la gravidanza. Il miele nella dieta ingrassante e dimagrante: anche se può sembrare una contraddizione, il miele interviene con una funzione precisa sia nella dieta ingrassante che in quella dimagrante. Nel caso della dieta ingrassante il miele viene in aggiunta agli altri alimenti, al termine e nell'intervallo dei pasti; dato che è un alimento fortemente energetico ma facilmente digeribile serve ad arricchire la dieta senza appesantirla. Nel caso della dieta dimagrante, il miele viene preso al termine del pasto, consentito dal regime o nell'intervallo fra l'uno e l'altro pasto; procura un senso di sazietà che rende sopportabile la dieta senza compromettere i risultati e nel contempo mantiene l'efficienza fisica. Proprietà fisiche: colore, viscosità, cristallizzazione. Esistono moltissime varietà di miele, che presentano caratteristiche chimico-fisiche più o meno diverse che dipendono dal tipo di fiore da cui proviene il nettare e dalle infinite possibilità di combinazione della flora nei vari ambienti e nelle varie annate. La varietà di colore dei diversi tipi di miele dipende dai fiori da cui proviene il nettare, dalla stagione e dal contenuto in ferro: il colore varia dal bianco trasparente al bruno scuro ed il colore più o meno scuro indica la ricchezza in ferro. Il miele è un fluido viscoso e la sua viscosità dipende dalla quantità di fruttosio: i mieli ricchi di fruttosio (acacia, trifoglio, ecc.) restano liquidi a lungo, mentre quelli ricchi di glucosio (tiglio, alta montagna, ecc.) cristallizzano in fretta. Infatti la cristallizzazione dei miele dipende dalle quantità di glucosio che, essendo meno solubile in acqua del fruttosio, con la stagione fredda si rapprende formando minutissimi cristalli cementati fra loro dalla parte liquida. A volte il miele è parzialmente cristallizzato, ciò non vuole dire che non è genuino, ma solo che la cristallizzazione non è ancora completa, o che la temperatura dell'ambiente è alquanto elevata. Il miele cristallizzato si conserva tale e per ridurlo allo stato fluido è necessario esporlo al calore del sole o riscaldarlo a bagnomaria. È però importante ricordare che oltre i 60° C si distruggono vitamine ed enzimi, ecc. AVVERTENZE Riferimenti Bibliografici

Liquore Genepy cl 70 30%

Liquore Genepy cl 70 30%

€ 16,90

Liquore ottenuto mediante infusione a freddo di piantine di genepy (artemisia glacialis) che si raccolgono a oltre 2000 metri sul livello del mare in zone rocciose e terreni aridi. Ottimo tonico digestivo, stimolante del sistema nervoso. EFFETTI La macerazione avviene in alcool con una gradazione che si aggira sui 50/60 gradi per un periodo di tempo che può variare a seconda della temperatura e della freschezza della materia prima. INDICAZIONI MODO D'USO INGREDIENTI Infusione a freddo di piantine di genepy (artemisia glacialis). VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Infusione a freddo di piantine di genepy (artemisia glacialis). PROPRIETÀ INDICAZIONI Liquore ottenuto mediante infusione a freddo di piantine di genepy (artemisia glacialis) che si raccolgono a oltre 2000 metri sul livello del mare in zone rocciose e terreni aridi. Ottimo tonico digestivo, stimolante il sistema nervoso e di riflesso. La macerazione avviene in alcool con una gradazione che si aggira sui 50/60 gradi per un periodo di tempo che può variare a seconda della temperatura e della freschezza della materia prima. Il liquorificio Alta Valle Camonica ha ottenuto l'autorevole riconoscimento "chiocciola" in merito alla sua produzione del liquore Genepy ed è stato menzionato come produttore nell'Atlante dei prodotti tipici dei Parchi Italiani. La "Chiocciola premia i prodotti di qualità eccellente (che in fase di degustazione ha raggiunto il punteggio minimo di 4 su 5). AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

CALCIO 60 CAPS

CALCIO 60 CAPS

€ 15,00

Il prodotto è utile in caso di ridotto apporto dietetico o di aumentato fabbisogno di calcio. EFFETTI INDICAZIONI Partecipa a tutte le funzioni vitali per il nostro organismo. MODO D'USO Si consiglia di assumere 3-6 capsule al giorno INGREDIENTI Calcio L-Pidolato VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Calcio L-Pidolato PROPRIETÀ Il calcio è il minerale più rappresentato nel nostro organismo, nel quale si trova prevalentemente come costituente fondamentale delle ossa e dei denti. Il problema più grave e più conosciuto determinato dalla carenza di calcio è l’osteoporosi, che colpisce in particolare le donne dopo la menopausa e provoca una graduale degenerazione della struttura scheletrica, molto grave se non contrastata adeguatamente. Proprietà degli integratori di calcio Il calcio partecipa a tutte le funzioni vitali per il nostro organismo, come: - La costituzione del sistema osseo scheletrico; - La regolazione di importanti processi vitali, tra cui la funzionalità del tessuto nervoso; - La contrazione muscolare, e quindi anche la regolarità del battito cardiaco; - La coagulazione del sangue; - La coesione delle cellule dell’organismo; - La digestione del latte, poiché consente la formazione del coagulo nello stomaco. È questa la ragione per cui, secondo alcuni studiosi, sarebbe meglio non abusare del latte, ma garantire l’apporto di calcio con alcuni suoi derivati. Gli integratori a base di calcio sono utilizzati prevalentemente nella prevenzione e nella cura dell’osteoporosi. Tuttavia, tra gli altri possibili effetti che possono essere utili c’è anche il dimagrimento. Il calcio sembra, infatti, che sia utile per ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, impedire la formazione di coaguli e mantenere l’integrità delle arterie, favorendo la circolazione. Per questo il calcio sembra importante per prevenire condizioni come l’ipertensione, l’arteriosclerosi e il diabete. Inoltre sembra agire come tranquillante naturale (previene l’insonnia e l’ansia). Integratori alimentari di calcio Le migliori fonti alimentari di calcio sono il latte, soprattutto quello fresco, e tutti i formaggi, in particolar modo quelli stagionati. Sono ricchi di calcio anche le mandorle, il lievito di birra, gli ortaggi a foglia verde, il cavolo, i fagioli secchi e la soia. Buona fonte di calcio sono i pesci, specie quelli di cui si mangia anche la lisca. Contiene una discreta quantità di calcio anche l’acqua, soprattutto quella minerale a effervescenza naturale. Va tenuto presente però che l’acqua, durante il processo di cottura, perde gran parte del calcio che contiene, tranne la piccolissima parte che rimane fissata ai cibi. Per l’assimilazione del calcio è fondamentale che nella dieta sia presente la vitamina D, che ha la proprietà di fissare questo minerale. Integratori di calcio in commercio Generalmente è possibile trovare il calcio negli integratori multivitaminici e multi minerali o come sostanza unica. In commercio esistono prevalentemente integratori alimentari di calcio sotto forma di carbonato di calcio e citrato di calcio: - Il carbonato di calcio è molto economico, però è assorbito meglio se assunto durante i pasti. - Il citrato di calcio, più costoso, viene assorbito bene anche a stomaco vuoto. L'assunzione di integratori di calcio può portare alcuni effetti collaterali lievi come gonfiore, flatulenza e costipazione. Qualora uno di questi sintomi dovesse manifestarsi è bene ridurre la dose di calcio o frazionarla in più assunzione durante l'arco della giornata. Il tè, il caffè, il fumo e l’alcol riducono l’assorbimento intestinale del calcio perciò andrebbero evitati o consumati a distanza di almeno un paio d’ore dall’assunzione dell’integratore di calcio. Fabbisogno giornaliero di calcio Il fabbisogno giornaliero, per l'adulto, è stimabile intorno agli 800 mg e aumenta a 1200 mg in alcune fasi della vita (adolescenza e, nella donna, durante la gravidanza e l’allattamento). Si raccomandano: - Per i bambini da 1 a 6 anni 800 mg al giorno di calcio; - Per i bambini dai 7 ai 10 anni fino a 1000 mg al giorno per consentire un sano sviluppo della massa muscolare. - Per gli adolescenti fino a 17 anni il dosaggio può essere aumentato fino a 1200 mg al giorno. - In gravidanza: poiché la gestante trasferisce prima al feto poi al neonato che allatterà, circa 200-250 mg al giorno di calcio, è indispensabile integrare il calcio ceduto per evitare carenze fortemente debilitanti. - Menopausa: 1200-1500 mg al giorno nei cinque anni successivi alla menopausa per prevenire la perdita di massa scheletrica. INDICAZIONI Partecipa a tutte le funzioni vitali per il nostro organismo. AVVERTENZE Si consiglia di assumere 3-6 capsule al giorno. Riferimenti Bibliografici

MULTIVITAMINERAL ADULTI

MULTIVITAMINERAL ADULTI

€ 17,00

Integratore alimentare multivitaminico-multiminerale, arricchito con Luteina, formulato per adulti. EFFETTI Ideale per fornire un apporto equilibrato di Vitamine e Minerali in accordo con i valori nutritivi di riferimento giornalieri. INDICAZIONI Integratore alimentare. MODO D'USO 1 compressa al giorno. INGREDIENTI Vitamina A, Vitamina C, Vitamina D regola il metabolismo, Vitamina E, Vitamina K1, Tiamina, Riboflavina, Niacina, Acido pantotenico, Vitamina B6, Acido folico, Vitamina B12, Biotina, Calcio, Magnesio, Ferro, Zinco, Rame, Manganese, Selenio, Cromo, Luteina. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Vitamina A, Vitamina C, Vitamina D regola il metabolismo, Vitamina E, Vitamina K1, Tiamina, Riboflavina, Niacina, Acido pantotenico, Vitamina B6, Acido folico, Vitamina B12, Biotina, Calcio, Magnesio, Ferro, Zinco, Rame, Manganese, Selenio, Cromo, Luteina. PROPRIETÀ Integratore alimentare multivitaminico-multiminerale, arricchito con Luteina, formulato per adulti. Ideale per fornire un apporto equilibrato di Vitamine e Minerali in accordo con i valori nutritivi di riferimento giornalieri. Vitamina A indispensabile per la crescita, la riproduzione e l’integrità del sistema immunitario. Vitamina C le sue numerose funzioni attribuite sono riconducibili alla sua capacità di ossidarsi (in acido deidroascorbico, dotato anch’esso di attività vitaminica), e di ridursi reversibilmente. Vitamina D regola il metabolismo del calcio e del fosforo per il processo di ossificazione, favorendo l'assunzione di minerali. Vitamina E protegge tessuti ed organi dall'invecchiamento precoce, specialmente la pelle e l'apparato cardiovascolare. Vitamina K1 indispensabile per la sintesi di alcuni fattori che intervengono nella coagulazione del sangue, la mineralizzazione delle ossa e la ricalcificazione delle fratture. Tiamina, Riboflavina, Niacina, Acido pantotenico, Vitamina B6, Acido folico, Vitamina B12, Biotina, Calcio, Magnesio (svolge un ruolo essenziale in un gran numero di importanti reazioni cellulari. Ha anche ricoperto un ruolo importante nell'evoluzione biologica, in quanto componente della clorofilla e dei composti contenenti legami altamente energetici come il complesso Mg-ATP.), Ferro (svolge importanti funzioni, quali il trasporto di ossigeno ai tessuti, il trasferimento di elettroni nella catena respiratoria e l’attività di importanti sistemi enzimatici), Zinco, Rame (un elemento essenziale per il metabolismo energetico a livello cellulare, per la produzione di tessuto connettivo e per la sintesi di peptidi neuro attivi), Manganese, Selenio, Cromo (agisce potenziando l'azione dell'insulina), Luteina (da Calendula messicana). INDICAZIONI Integratore alimentare. AVVERTENZE Si consiglia l'assunzione di 1 compressa al giorno. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESSENZIALE PURO ORIGANO 10 ML

OLIO ESSENZIALE PURO ORIGANO 10 ML

€ 12,00

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Ha proprietà antivirali e antinfiammatorie che lo rendono un efficace antibiotico naturale. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Origano VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Origano PROPRIETÀ L'olio essenziale di origano ha proprietà antivirali e antinfiammatorie che lo rendono un efficace antibiotico naturale. È principalmente consigliato: Nelle infezioni: potente antisettico, attivo contro tutte le forme virali. In caso di cellulite. Asma, bronchite cronica: antisettico e fluidificante il muco. Digestione difficoltosa: azione stomachica, favorisce la secrezione dei succhi gastrici e la digestione. Possiede anche proprietà carminative, utili in caso di meteorismo e flatulenza. Dermatosi, micosi e psoriasi: proprietà cicatrizzanti e germicide. Mal di denti: analgesico ed antalgico. L’olio essenziale di origano è controindicato nei bambini, in gravidanza e durante l’allattamento. In dosi elevate è irritante e tossico per la pelle. Deve essere utilizzato sempre diluito. INDICAZIONI Ha proprietà antivirali e antinfiammatorie che lo rendono un efficace antibiotico naturale. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESS.PINO SILVES.AGHI 10ML

OLIO ESS.PINO SILVES.AGHI 10ML

€ 7,00

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Svolge un'azione tonificante, espettorante e antisettica, utile contro stress, asma e cistite. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Pino VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Pino PROPRIETÀ L'olio essenziale di pino è ricavato da Pinus silvestris, una pianta della famiglia delle Pinaceae. Conosciuto per le sue numerose proprietà, svolge un'azione tonificante, espettorante e antisettica, utile contro stress, asma e cistite. Proprietà e benefici dell'olio essenziale di pino Tonificante, aiuta a sentirsi subito efficienti al risveglio, indicato nei casi di ipotensione e insufficienza cardiaca. Viene utilizzato per togliere il senso di stanchezza alle persone affaticate o sotto stress, in caso disturbi del sonno o di esaurimento nervoso. Per questa sua azione stimolante, sull'olio essenziale può essere d'aiuto nella cura dell'impotenza, della frigidità, in caso di disturbi sessuali o diminuzione della libido. Espettorante, se inalato fluidifica il catarro facilitandone l’eliminazione. Viene perciò utilizzato in caso di raffreddore, sinusite, influenza, tosse, laringite, bronchiti acute e croniche, nelle sindromi influenzali, asma. L’aroma fresco e balsamico aiuta a purificare l’aria degli ambienti. Antisettico delle vie urinarie: l'olio essenziale di pino silvestre, oltre ad essere un buon diuretico, agisce come antinfiammatorio delle vie urogenitali, dimostrandosi efficace nei casi di prostatite, uretrite, cistite e leucorrea. L'uso esterno o interno di quest'olio essenziale, grazie alla sua azione diuretica, giova nella gotta e nei reumatismi. Si consiglia di assumere 1-2 gocce al giorno diluite in una zolletta di zucchero, in un cucchiaino di miele o in un abbondante bicchiere d’acqua. INDICAZIONI Svolge un'azione tonificante, espettorante e antisettica, utile contro stress, asma e cistite. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESS. TUJA 10 ML

OLIO ESS. TUJA 10 ML

€ 14,00

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI È un ottimo repellente di insetti, pidocchi e pulci. Combatte porri della pelle e verruche: applicare una goccia sulla parte da trattare e fasciare. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Tuja VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Tuja PROPRIETÀ Consideratane la pericolosità, l’uso dell’olio essenziale di Thuya dovrebbe essere fortemente limitato se non del tutto evitato. Se ingerito, l’olio essenziale di Thuya è tossico a causa dell’elevato contenuto in tuione. In particolare questo chetone può danneggiare il fegato se assunto in dosi elevate. Nonostante ciò l’erboristeria tradizionale prevede, per questo estratto vegetale, alcune applicazioni per uso esterno: È un ottimo repellente di insetti, pidocchi e pulci. Combatte porri della pelle e verruche: applicare una goccia sulla parte da trattare e fasciare. La Tuia (Thuja) è un genere appartenente alla famiglia delle Cupressaceae originario dell'Alaska, della regione dei Laghi nordamericani, della Cina e del Giappone. Tradizionalmente la Thuya, veniva utilizzata come incenso nelle cerimonie rituali. INDICAZIONI È un ottimo repellente di insetti, pidocchi e pulci. Combatte porri della pelle e verruche: applicare una goccia sulla parte da trattare e fasciare. AVVERTENZE Consideratane la pericolosità, l’uso dell’olio essenziale di Thuya dovrebbe essere fortemente limitato se non del tutto evitato. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESS. LAVANDA 10 ML

OLIO ESS. LAVANDA 10 ML

€ 10,00

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Antidepressivo, tranquillizzante, equilibrante del sistema nervoso, come decongestionante contro i raffreddori e l'influenza. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Lavanda VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Lavanda PROPRIETÀ L'olio essenziale di lavanda è l'olio essenziale più utilizzato in profumeria. AROMATERAPIA Antidepressiva, tranquillizzante, equilibrante del sistema nervoso, come decongestionante contro i raffreddori e l'influenza. Inoltre viene ritenuta efficace per abbassare la pressione arteriosa, per ridurre i problemi digestivi ed è miscelata con altre sostanza omeopatiche per curare il mal di schiena e il mal d'orecchie. Qualche goccia di olio essenziale strofinata sulle tempie e sui polsi aiuta a combattere il mal di testa. Qualche goccia di olio essenziale, aggiunta nell'acqua del bagno, aiuta a rilassare. Per uso cosmetico, se utilizzata nell'ultimo risciacquo, quando si lavano i capelli, oltre che dare un profumo delizioso, aiuta a combattere i capelli grassi. I fiori di lavanda, contrariamente a tante altre specie, conservano a lungo il loro aroma anche se secchi. È infatti consuetudine mettere dei sacchetti di tela nei cassetti per profumare la biancheria. INDICAZIONI Antidepressivo, tranquillizzante, equilibrante del sistema nervoso, come decongestionante contro i raffreddori e l'influenza. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESS.EUCALIPTUS FOGLIE 10 ML

OLIO ESS.EUCALIPTUS FOGLIE 10 ML

€ 8,00

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Se inalato aiuta a recuperare concentrazione e freschezza nei momenti di disordine e di torpore. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Eucalipto VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Eucalipto PROPRIETÀ L'eucalipto è favoloso contro il raffreddore. Provate ad aggiungere qualche goccia di olio essenziale in una ciotola di acqua calda e poi respiratene il vapore. Oppure diffondete il profumo di eucalipto nelle camere tramite un diffusore apposito. L'olio essenziale di eucalipto è ricavato dalla Eucaliptus globulus, una pianta della famiglia delle Mirtaceae. Stimolante delle facoltà logiche: l'olio essenziale di eucalipto se inalato aiuta a recuperare concentrazione e freschezza nei momenti di disordine e di torpore. Sul piano psichico, infatti, l’eucalipto è una doccia fredda per chi cade facile preda dell’eccitazione. Favorisce l’apprendimento e il desiderio di evolversi nelle persone pigre e svogliate; è di aiuto in caso d’inerzia, indolenza, difficoltà di concentrazione e mancanza di interesse nel lavoro intellettuale. Purificante dell’aria: se diffuso negli ambienti, contrasta la propagazione di agenti biologici infettivi come i virus influenzali e parainfluenzali. Preserva la salute e favorisce la guarigione. Decongestionante sfiamma e calma l'irritazione delle mucose nasali, fluidifica il catarro su cui ha un’azione espettorante, cioè facilita l’espulsione del muco. In aromaterapia è utilizzato per le inalazioni, in caso di raffreddore, mal di testa causato da sinusite, rinite e tosse. Antisettico, svolge anche un’efficace attività antibatterica molto indicata per le affezioni delle vie urogenitali in caso di cistite, leucorrea e candidosi, per le quali è consigliato anche per l’effetto deodorante. Circolazione: tonificante in caso insufficienza circolatoria. Massaggi: diluito in olio di mandorle e massaggiato sugli arti inferiori, è un vero toccasana per piedi, caviglie e gambe stanche o gonfie. Riattiva la circolazione e rinfresca, consigliato soprattutto durante la stagione estiva. INDICAZIONI Se inalato aiuta a recuperare concentrazione e freschezza nei momenti di disordine e di torpore. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESSENZIALE PURO CITRONELLA 10ML

OLIO ESSENZIALE PURO CITRONELLA 10ML

€ 6,90

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Esplica le sue attività stimolanti sul sistema nervoso. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Citronella VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Citronella PROPRIETÀ L’olio essenziale di citronella esplica le sue attività stimolanti sul sistema nervoso: genera uno stato di calma, rilassamento e ottimismo, allontana la depressione e alla tristezza. Svolge un'azione positiva utile in caso di mal di testa dovuto a tensione nervosa, stress, stanchezza psicofisica e sugli stati di deconcentrazione. È un antivirale, eccellente rimedio contro virus influenzali e parainfluenzali, febbre, le infezioni polmonari che causano tosse, e le enterocoliti. Antizanzare, è il rimedio d’eccellenza contro le zanzare e per prevenire morsi e punture di insetti fastidiosi. Antispamodico: rilassa la muscolatura, è indicato in caso di crampi addominali, per la colite diarroica e in generale per tutti i dolori muscolari. Deodorante: come tutti gli olii essenziali svolge un’azione antisettica sui batteri, soprattutto quelli che provocano i cattivi odori. INDICAZIONI Esplica le sue attività stimolanti sul sistema nervoso. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

OLIO ESS. ARANCIO EXTRA 10ML

OLIO ESS. ARANCIO EXTRA 10ML

€ 8,50

Gli oli essenziali naturali sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. All'aria evaporano rapidamente. EFFETTI L’olio essenziale biologico influenza il cervello con il suo profumo, in particolare il sistema nervoso centrale, attraverso l’olfatto. Gli impulsi odorosi sulle cellule nervose stimolano anche tutti gli organi, donano armonia e benessere, contrastano lo stress e fanno da sedativo contro il dolore. Gli oli essenziali bio certificati possono essere utilizzati con varie modalità: con applicazione cutanea (bagni e pediluvi, massaggi, maschere, fanghi, creme e lozioni, impacchi), per contatto con le mucose, tramite inalazioni, per via orale o olfattiva. È bene sapere che un quintale di foglioline o fiori aromatici danno al massimo due chilogrammi di olio essenziale. La lavanda gr.800 INDICAZIONI Combatte l’insonnia. Digestivo, utile in caso di difficoltà nella digestione. Previene gonfiore intestinale e stitichezza. Calmante, contrasta i disturbi nervosi, depressione, ansia e nervosismo. MODO D'USO Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. INGREDIENTI Arancio extra VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Arancio extra PROPRIETÀ L'olio essenziale dell'arancia dolce è un liquido che va dal giallo-arancione al rosso scuro (varietà Tarocco e Sanguinello) ha il profumo del succo fresco del frutto, viene usato nella produzione di liquori e per aromatizzare molti detersivi. AROMATERAPIA Ha un’azione rilassante sulla muscolatura ed è quindi indicato in caso tensione muscolare, in quanto aiuta a superare la stanchezza e lo stress. Combatte l’insonnia. Digestivo, utile in caso di difficoltà nella digestione. Previene gonfiore intestinale e stitichezza. Calmante, contrasta i disturbi nervosi, depressione, ansia e nervosismo. INDICAZIONI Combatte l’insonnia. Digestivo, utile in caso di difficoltà nella digestione. Previene gonfiore intestinale e stitichezza. Calmante, contrasta i disturbi nervosi, depressione, ansia e nervosismo. AVVERTENZE Vista l’alta concentrazione di principi attivi, gli oli essenziali si usano a gocce…sia per uso interno che esterno. Profumazione d'ambiente: Nel diffusore d'essenze mettere 5 gocce di olio essenziale di Pino mugo e 3 gocce di limone per migliorare il benessere ambientale, favorendo le armonie interpersonali; 4 gocce di olio essenziale nel diffusore d'essenza o nell'umidificatore del calorifero migliorano la qualità dell'aria. Riferimenti Bibliografici

TUBO 75ML PASTA OSSIDO DI ZINCO

TUBO 75ML PASTA OSSIDO DI ZINCO

€ 7,00

Crema eudermica dermoprotettiva all'acqua in olio, formulata e creata appositamente per proteggere la pelle delicata di neonati e bambini. EFFETTI Questo prodotto combatte efficacemente l'azione irritante e le feci che possono rimanere a contatto con la pelle, anche per lunghi periodi, in particolare quando si usano i pannolini. INDICAZIONI MODO D'USO Applicare delicatamente uno strato sottile di pasta barriera sulla pelle irritata. Massaggia delicatamente con un movimento circolare. INGREDIENTI La pasta di zinco costituisce un'efficace barriera contro l'umidità e le sostanze irritanti e, se usata regolarmente, aiuta a prevenire arrossamenti della pelle, eruzioni cutanee da pannolino e macerazione della pelle. Facilmente applicabile, si arricchisce con gli estratti lenitivi e calmanti di Mandorle, Riso, Calendula, Camomilla e svolge un'azione idratante, riparatrice e nutriprotettiva. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Estratti lenitivi e calmanti di Mandorle Estratti lenitivi e calmanti di Riso Estratti lenitivi e calmanti di Calendula Estratti lenitivi e calmanti di Camomilla PROPRIETÀ Idratante Riparatrice Nutri protettiva INDICAZIONI Crema eudermica dermoprotettiva all'acqua in olio, formulata e creata appositamente per proteggere la pelle delicata di neonati e bambini. Questo prodotto combatte efficacemente l'azione irritante e le feci che possono rimanere a contatto con la pelle, anche per lunghi periodi, in particolare quando si usano i pannolini. La pasta di zinco costituisce un'efficace barriera contro l'umidità e le sostanze irritanti e, se usata regolarmente, aiuta a prevenire arrossamenti della pelle, eruzioni cutanee da pannolino e macerazione della pelle. Facilmente applicabile, si arricchisce con gli estratti lenitivi e calmanti di Mandorle, Riso, Calendula, Camomilla e svolge un'azione idratante, riparatrice e nutri protettiva.. AVVERTENZE Applicare delicatamente uno strato sottile di pasta barriera sulla pelle irritata. Massaggia delicatamente con un movimento circolare. Riferimenti Bibliografici

ROSSETTO N.9 PRUGNA

ROSSETTO N.9 PRUGNA

€ 6,00

Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. EFFETTI Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. INDICAZIONI MODO D'USO Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. PROPRIETÀ INDICAZIONI Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. È sia un rossetto che un lucidalabbra e tiene più a lungo. Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

ROSSETTO N.4 ROSA ANTICO

ROSSETTO N.4 ROSA ANTICO

€ 6,00

Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. EFFETTI Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. INDICAZIONI MODO D'USO Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. PROPRIETÀ INDICAZIONI Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. È sia un rossetto che un lucidalabbra e tiene più a lungo. Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

ROSSETTO N.14 BEIGE

ROSSETTO N.14 BEIGE

€ 6,00

Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. EFFETTI Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. INDICAZIONI MODO D'USO Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. PROPRIETÀ INDICAZIONI Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. È sia un rossetto che un lucidalabbra e tiene più a lungo. Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

ROSSETTO N.10 BRONZO

ROSSETTO N.10 BRONZO

€ 6,00

Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. EFFETTI Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. INDICAZIONI MODO D'USO Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. PROPRIETÀ INDICAZIONI Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. È sia un rossetto che un lucidalabbra e tiene più a lungo. Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

ROSSETTO N. 5 ROSSO GERANIO

ROSSETTO N. 5 ROSSO GERANIO

€ 6,00

Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. EFFETTI Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. INDICAZIONI MODO D'USO Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Ricinus Communis Seed Oil, Isopropyl Palmitate, Euphorbia Cerifera Cera, Cera Microcristallina, Isopropyl Lanolate, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Methyl Hydrogenated Rosinate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate/Adipate, Polyethylene,Copernicia Cerifera Cera, Hydrolyzed Vegetable Protein, Parfum, Tocopheryl Acetate,Retinyl Palmitate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Caprylic/Capric Triglyceride, Sorbic Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate,Benzyl Benzoate, Hydroxycitronellal, Glyceryl Oleate, Citric Acid. Può Contenere / Maycontain +/- : C.I. 77491 - C.I. 77492 - C.I. 77499 - C.I. 77891 - C.I. 15850 - C.I. 45410 C.I. 75470 - C.I. 73360 - C.I. 16035 - C.I. 15985 - C.I. 47005 - C.I. 19140 - C.I.42090. PROPRIETÀ INDICAZIONI Una via di mezzo tra rossetto e lucidalabbra per colorare ed idratare le labbra. È sia un rossetto che un lucidalabbra e tiene più a lungo. Ideale per: labbra colorate ed idratate e una lunga durata. Se le labbra non sono lisce applicare prima il burro cacao. Tamponare le labbra con una velina e con una cipria. Per un effetto naturale, picchiettare solo al centro della bocca il lucidalabbra oppure contornare la bocca con una matita in gradazione e applicare il lucidalabbra sulla bocca interna. AVVERTENZE   Riferimenti Bibliografici

LIFTING COLLO E DECOLLETE' AIRLESS 50ML

LIFTING COLLO E DECOLLETE' AIRLESS 50ML

€ 7,90

Trattamento intensivo di collo e decolleté. EFFETTI Pensato per sostenere le pelli mature nell'area del collo e decolleteé. INDICAZIONI MODO D'USO Applicare in modo uniforme su collo e decolletè. Massaggiare delicatamente, fino a completo assorbimento del prodotto. INGREDIENTI Aqua/ Water, Cyclopentasiloxane, Dimethicone, Pvp, Aluminum Starch Octenylsuccinate, Dimethicone Crosspolymer, Hydrolyzed Soy Protein, Oryza Sativa Bran Oil / Rice Bran Oil, Glycerin, Ammonium Acryloyldimethyltaurate/Vp Copolymer, Pullulan, Butylene Glycol, Isohexadecane, Caprylic/Capric Triglyceride, Imidazolidinyl Urea, Dmdm Hydantoin, Phenoxyethanol, Ppg-26-Buteth-26, Peg-40 Hydrogenated Castor Oil, Algae Extract/ Algae Extract Tetrasodium Edta, Parfum /Fragrance, Sodium Lauroyl Lactylate, Sodium Hyaluronate, Ceramide 6-Ii, Ceramide 3, Ceramide 1, Cholesterol, Phytosphingosine, Carbomer, Xanthan Gum, Ppg-15 Stearyl Ether, Bht, Propyl Gallate, C.I. 16035 /Fd&Cred N 40. VUOI SAPERNE DI PIU'? INGREDIENTI Aqua/ Water, Cyclopentasiloxane, Dimethicone, Pvp, Aluminum Starch Octenylsuccinate, Dimethicone Crosspolymer, Hydrolyzed Soy Protein, Oryza Sativa Bran Oil / Rice Bran Oil, Glycerin, Ammonium Acryloyldimethyltaurate/Vp Copolymer, Pullulan, Butylene Glycol, Isohexadecane, Caprylic/Capric Triglyceride, Imidazolidinyl Urea, Dmdm Hydantoin, Phenoxyethanol, Ppg-26-Buteth-26, Peg-40 Hydrogenated Castor Oil, Algae Extract/ Algae Extract Tetrasodium Edta, Parfum /Fragrance, Sodium Lauroyl Lactylate, Sodium Hyaluronate, Ceramide 6-Ii, Ceramide 3, Ceramide 1, Cholesterol, Phytosphingosine, Carbomer, Xanthan Gum, Ppg-15 Stearyl Ether, Bht, Propyl Gallate, C.I. 16035 /Fd&Cred N 40. PROPRIETÀ Nutriente Ridensificante Elasticizzante Rinforzante INDICAZIONI Trattamento intensivo appositamente pensato per sostenere le pelli mature nell'area del collo e decolleteé. La texture avvolgente accarezza l'epidermide con un velo setoso ad effetto long lasting, ottimizzando la penetrazione degli attivi. Assicura alle pelli più mature un intensa nutrizione. L'effetto di lifting cosmetico è visibile: la pelle ritrova consistenza e elasticità. Svolge un’azione nutriente, ridensificante, rinforzante ed elasticizzante con effetto tensore. AVVERTENZE Applicare in modo uniforme su collo e decolletè. Massaggiare delicatamente, fino a completo assorbimento del prodotto. Riferimenti Bibliografici